• In evidenza
  • Calcio, supersfida al Cannarsa: l’Agnonese tenta lo sgambetto al Termoli capolista

    Termoli-Agnonese, a noi gli occhi. In riva all’Adriatico super sfida del campionato di Eccellenza molisana: i giallorossi, primi della classe, contro la diretta inseguitrice, l’Olympia di mister D’Ambrosio. Novanta minuti che al ‘Cannarsa’ mettono di fronte le uniche due squadre imbattute nel massimo torneo regionale. Il miglior attacco, quello dei granata (37 gol all’attivo), contro la miglior difesa, quella degli uomini di Raffaele Esposito con appena 5 gol subiti.

    Potrebbe bastare questo per recarsi nell’impianto termolese e assistere ad un match che non ammette distrazioni, in particolare per ciò che concerne il team altomolisano, in ritardo di quattro lunghezze sugli avversari. All’appuntamento l’Olympia si presenta al gran completo grazie al recupero del difensore Gentile che ha smaltito i postumi dell’infortunio subito alla vigilia della gara contro l’Aurora Ururi. A seguire i Grifoni a Termoli una cinquantina di supporters pronti a colorare il settore ospiti.

    Il fischio di inizio tra Termoli e Agnonese è fissato alle 14,30 e affidato al signor Gabriele Sciolti della sezione di Lecce che vanta esperienze in serie D e una finale di Coppa Italia pugliese tra Corato e Vieste.

    Tifo agnonese nel settore ospite del Cannarsa. Stagione 2012-2013

    L’ultima volta che Termoli e Agnonese si sono incontrate al ‘Cannarsa’ risale all’8 marzo 2015, campionato di serie D, girone F. Vinsero i padroni di casa per 2-1 con reti di Ragatzu e Romano, mentre ininfluente ai fini del risultato l’autorete di capitan Falco. All’epoca sulla panchina giallorossa sedeva mister Antonio Dell’Oglio, secondo di Pino Di Meo e oggi vice di Michele D’Ambrosio. Nella stagione 2012-2013, sempre in D, all’Agnonese andò meglio: fu 1-1 con reti di Miani e Sivilla. Invece per risalire all’ultimo successo dei granata in riva all’Adriatico bisogna riavvolgere il nastro a 17 anni fa, precisamente al 26 settembre del 2004, quando l’allora squadra di Mauro Marinelli espugnò il rettangolo bassomolisano con una rete di Antonio Orlando. Si trattava del campionato di Eccellenza, come oggi…

    Tutte le gare e gli arbitri della 12esima giornata: Aurora Ururi 1924-­Pietramontecorvino (Matarese Mic. di Termoli, Farina–Bonavita); Isernia­- Bojano (rinviata a mercoledì 1 dicembre; Gervasi di Cosenza, Petrillo–Doganieri); Polisportiva Campodipietra- ­Cliternina 4-­1; Polisportiva Gambatesa­-Castel di Sangro Cep 1953 (Piciucco di Campobasso, Palumbi–Griguoli): Real Guglionesi-­Altilia Samnium (De Lucia di Isernia, Bibbò–Colaneri); Termoli 1920-­Olympia Agnonese (Sciolti di Lecce, De Santis G.–Mainolfi); Venafro- ­Campobasso 1919 4-­0; Volturnia- ­Sesto Campano (Giordano di Matera, Del Balso–D’Onofrio).

    La classifica: Termoli 31; Polisportiva Campodipietra* 28; Olympia Agnonese 27; Venafro* 25; Isernia 23; Aurora Ururi 1924 21; Sesto Campano e Real Guglionesi 15; Bojano 13; Pietramontecorvino**, Campobasso 1919* 12; Castel di Sangro Cep 1953 9; Cliternina *8; Polisportiva Gambatesa, Volturnia 7; Altilia Samnium** 3.

    (*una gara in più. **= Pietramontecorvino ed Altilia Samnium una partita da recuperare)

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi