• Sport
  • Campionato italiano per cani da seguita su cinghiale: sul podio un abruzzese e un molisano

    Si è tenuto lo scorso fine settimana, ad Atessa, il 38º campionato italiano per cani da seguita su cinghiale della Libera Caccia, nelle categorie “singolo” e “coppia”.


    Di seguito le classifiche.
    Sabato 12 settembre categoria “singolo”
    1° classificato e campione italiano categoria singoli, Gian Mario Pisciottu (Regione Sardegna) con “Pallina”, segugio maremmano – punti 169,00 Ecc.
    2º classificato : Giovanni Luciani (regione Toscana) con “Dante”, segugio maremmano – punti 165,00 Ecc.
    3º classificato : Giovanni D’Andrea (regione Molise) con “Falcor”, kopov – punti 161,00 Ecc.
    Domenica 13 settembre categoria “coppie”
    1° classificato e campione italiano categoria coppie, Gianluca Palmieri (regione Abruzzo) con “Red” e “Toby”, segugi maremmani – punti 174,00 Ecc.
    2º classificato : Luigi Paone (regione Toscana) con “vedremo” e “maya”segugi maremmani – punti 130,00 A.B.

    Gianluca Palmieri, campione italiano categoria coppie


    «Speriamo di aver svolto egregiamente il nostro ruolo di organizzatori e di aver messo a proprio agio concorrenti e giudici, permettendogli di passare delle belle giornate di competizione cinofila, ma anche di serenità, divertimento, amicizia e condivisione. – scrive in una nota il presidente regionale della Libera Caccia, Antonio Campitelli – In rappresentanza della regione ospitante, voglio ringraziare innanzitutto il nostro presidente Paolo Sparvoli e tutto l’ufficio di presidenza, il delegato nazionale alla cinofilia Luigi Parsi, che ci accorda la fiducia, insieme a tutti i delegati regionali alla cinofilia segugistica, di poter ospitare questa importante manifestazione associativa per il settore cinofilia.
    Ringrazio anche tutti i giudici che con la loro esperienza permettono, oltre che un corretto svolgimento delle prove, anche una crescita professionale degli aspiranti giudici (voglio complimentarmi con gli aspiranti giudici abruzzesi, Lucia, Saverio, Andrea e Francesco).


    Un particolare ringraziamento va ad Adriana, Maria, Loredana e tutto lo staff dell’hotel ristorante Il Castello Di Perano, che ci hanno accolto con la professionalità, la cortesia e la sempre pronta disponibilità ad aiutarci ed a venirci incontro nella risoluzione dei piccoli problemi che si generano in fase organizzativa. Testimonianza dell’ “impronta” che il caro Silvio ha lasciato a tutto il suo staff, come stile professionale di accoglienza e di cordialità.

    Grazie a voi tutti, sono sicuro che Silvio avrà apprezzato la perfetta gestione dell’ospitalità che tanto gli stava a cuore.
    L’ultimo ringraziamento, ma sicuramente il più importante, devo farlo a Pietro Iacovone, delegato regionale alla cinofilia, che ha gestito magistralmente l’organizzazione delle batterie e si è sobbarcato un grande ed impegnativo lavoro organizzativo e ai tanti, tanti amici cacciatori, anche appartenenti ad altre associazioni, che hanno svolto il ruolo di accompagnatori di giudici e concorrenti, aiuto nel recupero dei cani, e tanto altro».

    • foto dalla pagina Facebook di Antonio Campitelli

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi