• News
  • Esperienza “hope&place” con il trekking urbano “Andiamo al cielo” ad Agnone

    Il Cammino di San Francesco Caracciolo partecipa a “Ora Viene il Bello”, il contenitore proposto dall’Ufficio Nazionale Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Conferenza Episcopale italiana per rispondere alla ripresa post pandemia e per creare esperienze generative nell’ambito del turismo e dell’ospitalità religiosi, dei pellegrinaggi e dei cammini di fede, (ogni giovedì fino al 13 settembre sarà possibile partecipare in tutta Italia alle iniziative organizzate, per il programma completo vedi qui https://turismo.chiesacattolica.it/oravieneilbello ) e propone giovedì 3 giugno alle 17.00 l’esperienza “hope&place” con il trekking urbano “Andiamo al cielo”.

    La passeggiata spirituale si dividerà in tre macro attività, Accoglienza, Narrazione ed Esodo, e porterà il pellegrino visitatore a scoprire i luoghi degli ultimi giorni terreni di San Francesco Caracciolo. L’esperienza sarà un modo concreto attraverso cui dare la possibilità di riprendere il respiro della vita attraverso un percorso di positività che avrà nella bellezza e nello stupore i suoi punti di forza; bellezza dei luoghi e delle relazioni umane, stupore nella vita e nei luoghi poco conosciuti che non smetteranno mai di sorprenderci.
    L’evento partirà alle 17 dalla chiesa di S. Emidio (punto di raccolta gruppo -Largo Pietro Micca, di fronte alla Proloco) nei pressi della quale San Francesco Caracciolo nel maggio del 1608 arriva facendo il suo ingresso ad Agnone; si passerà poi alla chiesa dell’Annunziata dove la leggenda vuole che sia nascosto il cuore del Santo. L’ultima tappa è prevista presso l’adiacente Convento dei Filippini dove è allestita la mostra-percorso “il Principe Mendicante” dedicata al Santo che proprio qui mori pronunciando le parole “Andiamo, andiamo al cielo”!

    “Siamo felici di raccogliere questo prezioso invito dell’Ufficio Nazionale Pastorale italiano a riprendere le normali attività di condivisione fraterna con lo spirito animato dalla bellezza e lo stupore dei nostri luoghi sacri – dichiara Nicola Caracciolo dell’associazione Laici Caracciolini, soggetto attuatore del Cammino di San Francesco Caracciolo promosso dall’Ordine dei Padri Caracciolini – Con il Cammino di San Francesco Caracciolo, progetto di turismo lento in fieri, abbiamo pensato di dare promozione e visibilità ad alcuni luoghi cari al Santo che proprio ad Agnone morì, in quel suo ultimo viaggio da Loreto a Napoli che rappresenta il cuore del nostro progetto esperienziale, e raccontare proprio i suoi ultimi giorni tra visite e vita di comunità”.

    La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria a
    E-mail segreteria@camminodisanfrancescocaracciolo.com
    Cell 340 1441284
    www.sanfrancescocaracciolo.it

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi