• News
  • Gli adulti li tagliano, ma per fortuna i bambini li piantano: l’istituto di Castiglione celebra la “Giornata nazionale degli alberi”

    Gli alunni  delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado dei  plessi di Castiglione Messer Marino, Carunchio, Celenza sul Trigno, Palmoli e Roccaspinalveti dell’istituto comprensivo di Castiglione – Carunchio, hanno celebrato la  “Giornata nazionale degli alberi”.

    Le scuole coinvolte, grazie alla sensibilità della  dirigente scolastica  Aida Marrone,   da sempre impegnata nella difesa del territorio e degli obiettivi legati alla riduzione delle emissioni in attuazione del protocollo di Kioto,  hanno voluto offrire un segno tangibile di coscienza ed impegno civico, nella direzione della tutela ambientale.

    «Le iniziative realizzate – spiegano dall’istituto scolastico montano dell’Alto Vastese – mirano a  valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e a ricordare il contributo indispensabile che gli alberi danno al mantenimento della salute dei nostri ecosistemi naturali e urbani.  La piantumazione degli  alberi  rappresenta uno dei migliori alleati per contrastare la crisi climatica  e garantire  il  benessere dell’intera comunità».

    Nelle classi  sono  state svolte attività incentrate sul tema della biodiversità e riflessioni  sul ruolo indispensabile dei boschi e delle foreste per la tutela dell’intero ecosistema.  Con la collaborazione dei Carabinieri forestali delle stazioni  di Atessa e Gissi  e dei sindaci dei Comuni afferenti, gli alunni hanno messo a dimora, in spazi dedicati, giovani piantine, che saranno monitorate ed assistite nell’ottica di «una scuola attenta alla tutela e valorizzazione del patrimonio boschivo del territorio». 

    La mattinata è  stata arricchita da canti, poesie e riflessioni sul tema. Le piantine sono state fornite dai Comuni e  dai Carabinieri della Biodiversità attraverso le stazioni dei Carabinieri Forestali, nell’ambito del progetto nazionale Un Albero per il Futuro. Di seguito quanto eseguito in dettaglio nei diversi plessi dell’istituto scolastico.

    Castiglione Messer Marino

    Gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria  di primo grado  hanno piantumato un abete bianco donato dal Comune, simbolo dei nati nell’anno, e  un acero siliquastro  fornito dai Carabinieri della Biodiversità attraverso la stazione dei Carabinieri  forestali di Atessa,  alla presenza della preside Marrone, della sindaca Silvana Di Palma.

    Carunchio

    Gli alunni della scuola primaria hanno messo  a dimora un siliquastro donato dal Comune  e un frassino  fornito dai Carabinieri della Biodiversità attraverso la stazione dei Carabinieri  forestali di Atessa, alla presenza  del  sindaco  Gianfranco D’Isabella.

    Celenza sul Trigno

    Gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria  di primo grado  hanno piantumato un olivo donato dal Comune e una ginestra fornita dai dai Carabinieri della Biodiversità attraverso la stazione dei Carabinieri  forestali di Atessa, alla presenza del sindaco Walter Di Laudo

    Palmoli

    Gli alunni  della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria  di primo grado  hanno messo  a dimora un melograno fornito  dai Carabinieri della Biodiversità attraverso la stazione dei Carabinieri  forestali di Gissi, alla presenza del  sindaco Giuseppe Masciulli.

    Roccaspinalveti

    Gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria  di primo grado  hanno messo  a dimora un melograno donato dal Comune  e un acero fornito dai Carabinieri della Biodiversità attraverso la stazione dei Carabinieri  forestali di Atessa, alla presenza della sindaca Claudia Fiore.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi