• News
  • Guardia di Finanza: il generale Carbone assume il comando dell’Italia Meridionale

    Nella giornata odierna, alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana, presso la caserma Zanzur, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale tra il Generale di Corpo d’Armata Ignazio Gibilaro ed il Generale di Corpo d’Armata Michele Carbone.


    Il Generale Gibilaro, nell’incarico da oltre tre anni, ha passato le consegne al collega Michele Carbone, che sino a qualche giorno fa è stato Comandante del Comando Aeronavale Centrale di Roma. Nel periodo trascorso alla guida delle circa diecimila Fiamme Gialle che operano in Campania, Puglia, Molise e Basilicata – tutti contesti territoriali di
    particolare interesse istituzionale – il Generale Gibilaro ha assicurato una costante vicinanza ai Reparti dipendenti, pure di minore livello, anche nel periodo di piena pandemia, riscontrando il conseguimento di risultati di assoluto rilievo.


    Nonostante l’attuale contesto di rapido e costante mutamento, dovuto, come noto, all’epidemia da COVID-19 ed agli eventi bellici, l’azione dei Reparti si è svolta con sistematiche, incisive intervenzialità trasversali nella lotta all’evasione fiscale, nel contrasto alla diversione delle risorse pubbliche ed in particolare a tutela dell’interesse erariale contro le frodi e le speculazioni sulle misure agevolative introdotte dalla legislazione emergenziale. Particolare attenzione è stata riposta nell’aggressione dei patrimoni della criminalità organizzata e nella repressione di ogni altra nuova occasione di forma di illegalità economica ed illecito arricchimento anche caratterizzato dall’incremento del costo dell’energia e delle materie prime a danno di imprese oneste e dei consumatori. Sono stati raggiunti lusinghieri traguardi nell’affermazione di un efficace presidio della sicurezza economico-finanziaria in un’ampia e delicatissima area del territorio nazionale caratterizzato da un tessuto economico e sociale già particolarmente fragile e pervaso da illegalità
    diffusa. In questo contesto territoriale, particolare importanza sta rivestendo l’avvio del dispositivo di interventi mirati e selettivi per efficaci e rapidi controlli sul corretto impiego dei fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza che come noto prevede l’attuazione di rilevanti riforme strutturali all’interno di un disegno complessivo di transizione verso un’economia più sostenibile, innovativa e inclusiva.


    Il Comandante Generale, Giuseppe Zafarana, ha espresso al Generale Gibilaro, i più sentiti ringraziamenti per l’opera prestata rivolgendo altresì al nuovo Comandante, il Gen. C.A. Michele Carbone, un caloroso augurio di “buon lavoro” per l’importante incarico che andrà a ricoprire.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi