• News
  • La droga preoccupa più delle mascherine, Carabinieri davanti alle scuole

    Oggi prima campanella scolastica per gli studenti abruzzesi. A Lanciano, i Carabinieri della compagnia al comando del capitano Vincenzo Orlando, in concomitanza con la riapertura degli istituti scolastici per l’anno 2020-2021, hanno predisposto un mirato piano di controllo straordinario che prevede la vigilanza nei pressi delle scuole di ogni ordine e grado e dei luoghi maggiormente frequentati dai giovani studenti. Gli obiettivi, oltre alle verifica del rispetto delle disposizioni vigenti in materia di distanziamento e contrasto alla diffusione del COVID-19, anche quello quello di contrastare la diffusione e l’induzione all’uso di sostanze stupefacenti negli ambienti studenteschi, la commissione di reati contro la moralità pubblica, il buon costume ed il patrimonio scolastico, il fenomeno del bullismo e la prevenzione del fenomeno della dispersione scolastica.

    Le operazioni di servizio, che saranno ripetute anche nei prossimi giorni, vedranno impegnati i militari delle varie Stazioni dislocate sul territorio, quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile con impiego di pattuglie di militari in uniforme e in borghese. Oggi intanto, tutto si è svolto nella più assoluta regolarità e non si sono verificati eventi che hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri i quali hanno presidiato la gran parte degli istituti scolastici negli orari di ingresso ed uscita degli studenti.
    Ancora una volta l’Arma dei Carabinieri, in occasione di un delicato momento quale quello della riapertura delle scuole, ha voluto manifestare la propria sensibilità, ad una tematica, quella dell’istruzione, ritenuta punto cardine per lo sviluppo e la crescita della società. Inoltre, come per gli anni passati, di concerto con i dirigenti degli istituti scolastici, sarà avviato un ciclo di incontri per la formazione della cultura alla legalità tra Carabinieri e studenti.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi