• In evidenza
  • Possesso di armi e materiali esplodenti, due arresti

    Nelle prime ore odierne, i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, collaborando con i colleghi della Compagnia Carabinieri di Formia (LT), hanno localizzato ed arrestato, in esecuzione di ordine di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Roma, su richiesta della D.D.A. della Procura della Repubblica di Roma, due dei 21 soggetti destinatari del provvedimento, facenti parte dell’operazione Touch & Go.

    I due giovani, fratelli, si trovavano in un paese limitrofo al capoluogo poiché uno di essi scontava, agli arresti domiciliari, una precedente pena. I fatti per i quali procede la Direzione Distrettuale Antimafia inerenti i reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, possesso di armi e materiali esplodenti, minaccia, violenza privata e lesioni, con l’aggravante di aver agito con metodo mafioso, riguardano condotte perpetrate in Campania e nel basso Lazio a partire dal 2015.

    SONO STATI SEQUESTRATI: 450 GRAMMI DI SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO COCAINA; 9 KILOGRAMMI DI HASHISH; 350 GRAMMI DI MARIJUANA; 100 GRAMMI DI SHABOO; UNA PISTOLA MARCA BERETTA CALIBRO 9X21 COMPLETA DI CARICATORE E NR. 13 PROIETTILI, ARMA RISULTATA RUBATA; 2 ORDIGNI ESPLOSIVI DI FATTURA ARTIGIANALE, UNO DEI QUALI RECUPERATO IL 17.02.2016 PRIMA CHE ESPLODESSE, MENTRE L’ALTRO È STATO FATTO DEFLAGRARE IL 28.02.2016, CAUSANDO SOLO DANNI A COSE.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi