• In evidenza
  • A Toma serve un giornalista: vengo a lavorare gratis, il mio compenso agli orfani del Covid

    Egregio presidente Toma,

    apprendo dell’assunzione di un giornalista nel suo ufficio stampa che avrà il ruolo di curare la comunicazione istituzionale.

    Senza nulla eccepire o togliere al professionista da lei indicato, le faccio una proposta: le offro l’identico servigio a titolo completamente gratuito.

    Sono un giornalista professionista che da oltre venti anni svolge questa attività. Ho lavorato con le maggiori testate regionali, radio e tv private. Ho collaborato con uffici stampa, testate e agenzie anche nazionali.

    A riguardo sono pronto a rinunciare ai miei attuali incarichi ad un’unica condizione: destinare l’indennizzo previsto al giornalista da lei assunto agli orfani da Covid della nostra regione.

    Mi auguro valuterà la proposta, per certi versi irrinunciabile, e che al tempo stesso le consentirà di essere più vicino ai molisani, in particolare a quei bambini che a causa della pandemia non possono più godere dei propri genitori.

    In attesa di una sua risposta, la saluto cordialmente.

    Maurizio d’Ottavio – cell. 3334394881

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi