• In evidenza
  • Caciocavallo, arrosto e frutto della passione: l’alto Molise prende per la gola Selvaggia Lucarelli

    Visita in fonderia e pranzo nella locanda Mammì di Stefania Di Pasquo cresciuta con gli insegnamenti dello chef abruzzese Niko Romito. Selvaggia Lucarelli stregata dalle bellezze dell’alto Molise e presa per la gola dalla rinomata struttura immersa nel verde a due passi da Agnone.

    La nota giornalista e conduttrice radiofonica ha molto apprezzato le pietanze realizzate con prodotti locali e ideate dalla chef agnonese che per l’occasione ha proposto due antipasti, uno rifacendosi alla celeberrima zuppà alla Santè, l’altro con piselli e caciocavallo del territorio.

    Ed ancora, come primo piatto servito un risotto al pascolo mantecato con il siero, arricchito da stracchino del caseificio Di Pasquo e un trito di erbe aromatiche. Per secondo arrosto con peperoni e infine un dolce al cioccolato denominato frutto della passione.

    “Tornerò in Molise, una terra meravigliosa e dai sapori genuini” le parole di Lucarelli al momento dei saluti.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi