• In evidenza
  • Discarica in fiamme a Castelguidone: bruciati cumuli di pneumatici e cassonetti

    In fiamme la discarica di rifiuti lungo la provinciale 198 appena all’uscita dell’abitato di Castelguidone. Un denso fumo nero derivante dalla combustione di centinaia di pneumatici ammassati in quella che un tempo era un’isola ecologica ha allertato i residenti di Castelguidone che hanno lanciato l’allarme intorno alle ore 17.

    La centrale operativa dei Vigili del fuoco di Chieti ha disposto l’invio sul posto di tre unità dal distaccamento di Vasto. Vista la distanza e i tempi di percorrenza stimati, almeno un’ora, in attesa dei Vigili del fuoco è intervenuto il nucleo della Protezione civile di Castiglione Messer Marino, attivato dalla sala operativa regionale. I volontari hanno azionato il modulo antincendio e iniziato lo spegnimento del rogo.

    Nel frattempo alcuni residenti del posto hanno messo a disposizione un escavatore e hanno operato utilmente all’interno della discarica rimuovendo parte dei rifiuti ed evitando il tal modo che le fiamme si propagassero ulteriormente. Subito dopo, l’arrivo delle squadre dei Vigili del fuoco di Vasto e di Gissi, che hanno provveduto a domare le fiamme con acqua e schiuma ritardante.

    Sul posto anche il sindaco di Castelguidone, Donato Sabatino. Mentre le operazioni di bonifica sono ancora in corso trapelano le prime indiscrezioni che circolano in paese. Pare che già nella tarda serata di ieri qualcuno in paese avesse avvertito il forte odore acre tipico della combustione dei pneumatici.

    Il sindaco Sabatino intento ad uscire dal sito dopo aver spostato rifiuti evitando che bruciassero

    Nella mattinata di oggi, tuttavia, non si sono notati segni di inneschi di incendio, né fumo, e solo nel pomeriggio, appunto, il rogo ha preso vigore. Evidentemente qualcuno ha incendiato materialmente i rifiuti, atteso che l’autocombustione è un’ipotesi da scartare alla luce della più elementare logica.

    Un disastro ambientale annunciato, atteso che quell’isola ecologica almeno formalmente non era più attiva né gestita da anni, ma al suo interno si continuavano a conferire rifiuti in maniera incontrollata.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    1 Comment

    1. […] gran quantità di rifiuti lungo la strada provinciale 198, all’ingresso del paese. Le fiamme, secondo quanto riportato dall’Ecoaltomolise.net, sono divampate verso le 17, riuscendo a propagarsi velocemente tra il materiale accumulato […]

    Rispondi