• In evidenza
  • “Facciamo sparire la Sclerosi multipla”, in 15 anni ad Agnone raccolti 45.000 euro

    Dal 2007 ad oggi ha raccolto 45.410 euro destinati alla ricerca per la sclerosi multipla. Si tratta del signor Clemente Zarlenga che in questi primi giorni di ottobre è tornato in piazza San Giovanni Paolo II per la vendita de ‘La Mela di Aism’.  

    L’iniziativa ricade nell’ambito della campagna per sostenere la ricerca contro la malattia neurodegenerativa e si protrarrà fino a domani 4 ottobre. I fondi raccolti nelle piazze andranno a garantire e potenziare i servizi destinati alle persone affette da sclerosi multipla e a sostenere la ricerca scientifica sulla malattia.

    La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate, ma grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso e di migliorare la qualità di vita di chi ne è affetto. Attualmente sono 100 i progetti di ricerca attivi finanziari da Aism e dalla sua Fondazione e 450 i ricercatori impegnati al fianco dell’Associazione. Presso il banchetto Aism di Agnone, Zarlenga ha venduto circa 225 sacchetti da 1,8 chilogrammi contenenti tre qualità di mele: granny smith, golden e noared.

    Un grazie di cuore a quanti hanno contribuito ad acquistare il sacchetto o donare un’offerta per la ricerca contro la sclerosi multipla. Ancora una volta, Agnone e il suo hinterland, hanno dimostrato di avere un grande cuore” il commento di Clemente Zarlenga che in meno di tre giorni quest’anno è riuscito a raccogliere qualcosa come 2250 euro già versati sul conto dell’Aism. In 15 anni in tutto fanno 45.410 euro.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi