• In evidenza
  • Furti in abitazione a Trivento: scatta la denuncia per diffamazione

    Furti in abitazione a Trivento: accusato ingiustamente di essere il ladro, scatta la denuncia per diffamazione. La sua sola colpa è avere un’automobile simile, per colore e modello, a quella utilizzata dalla banda che sta mettendo a segno furti nelle abitazioni e presso le attività commerciali di Trivento. Vittima di un presunto caso di diffamazione è un giovane del posto, D.M. le sue iniziali, additato come un potenziale ladro che però la sera di uno dei furti aveva un alibi solido, perché era in casa di altre persone, che sono in grado di confermare, a costruire modellini. «Inoltre, – spiega alla nostra redazione D.M. – la mia autovettura in questo momento è incidentata; basterebbe questo per chiudere la bocca a chi mi ha diffamato mettendo in giro per il paese, dove ci conosciamo tutti, la voce secondo la quale sarei stato io l’autore di almeno uno dei furti che si sono registrati nei giorni scorsi. Sarebbe bastato guardare il video dell’auto usata dai ladri per capire che non è affatto la mia auto: i cerchi sono diversi, non ci sono i vetri oscurati e, ripeto, il mio mezzo in questo momento è incidentato. Non ci sto a passare per ladro, quando tutti sanno che evito addirittura di parlare con persone che hanno precedenti penali proprio per non trovarmi in difficoltà. Per questo motivo ho presentato una dettagliata denuncia per diffamazione presso la locale stazione Carabinieri, mostrando e consegnando ai militari anche gli screenshot dei messaggi diffamatori scritti contro di me».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    1 Comment

    Rispondi