• News
  • Il navigatore lo conduce nel bosco: bloccato nel fango, tratto in salvo dai Carabinieri

    Si è conclusa felicemente l’avventura di un giovane venticinquenne, originario del vicentino il quale, partito con la propria auto per raggiungere Campobasso, si è poi smarrito nei boschi dell’entroterra. Il ragazzo ha impostato il navigatore con l’obiettivo di raggiungere il prima possibile la propria fidanzata, ma non si è accorto che il navigatore satellitare lo
    stava conducendo su strade secondarie.

    Col passare del tempo, la luce naturale è calata e il ragazzo ha letteralmente
    perso il senso dell’orientamento, impantanandosi in uno degli sterrati del bosco “Casale”. Al freddo, sotto una pioggia battente e con l’auto ormai in panne, il malcapitato ha chiesto aiuto alla propria ragazza la quale non si è persa d’animo e si è rivolta alla Stazione Carabinieri di Casacalenda.
    I militari hanno tranquillizzato la giovane donna e si sono messi subito in
    contatto con il ragazzo il quale, fortunatamente aveva ancora il proprio cellulare acceso.


    Utilizzando un mezzo con quattro ruote motrici, i Carabinieri hanno
    localizzato lo sfortunato innamorato e lo hanno tratto fuori dalla boscaglia.
    Poi, grazie anche alla generosità di un agricoltore locale, i militari hanno
    estratto dal fango la vettura impantanata. Una storia a lieto fine per il giovane che ha potuto riabbracciare la sua fidanzata.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi