• News
  • Il sindaco Magnacca: «Evitiamo assembramenti anche all’aperto»

    «Nel giorno della Festa dell’Assunzione, nell’augurare a tutti un buon Ferragosto, ritengo necessario ricordare a tutti i cittadini di Castiglione e a tutti coloro che sono ritornati nel nostro paese che, il Covid 19 è ancora presente tra la gente. A testimonianza di ciò, vi è l’aumento dei contagi nei Paesi europei, che conferma ancora il rischio serio e concreto di nuove positività al virus. Per questo, non dobbiamo essere indifferenti ed abbassare la guardia, per evitare il rischio di ritorno alla situazione di blocco subita nei mesi scorsi. Raccomando ancora una volta, a tutti i concittadini e i turisti, di osservare scrupolosamente le regole e le misure di sicurezza note a tutti noi, utilizziamo la mascherina e la distanza di sicurezza nei luoghi chiusi e affollati».

    E’ l’appello di Felice Magnacca, sindaco di Castiglione Messer Marino, alla vigilia della solennità dell’Assunta, per i pagani e laici Ferragosto, quando cioè il paese si è riempito di presenze turistiche e di vacanzieri.
    «Evitiamo gli assembramenti nei luoghi pubblici all’aperto e al chiuso. – riprende il primo cittadino – Il mio augurio è che tutti noi possiamo trascorrere questi giorni di riposo con le persone più care, in serenità e armonia. Il mio più cordiale ringraziamento a tutti voi cittadini che in questa estate particolare rispetto agli anni passati, che per causa di forza maggiore ha impedito alle Associazioni e ai semplici cittadini di realizzare i diversi eventi culturali, aggregativi e ricreativi per l’intera collettività, sperando di poter ritornare alla normalità nella prossima estate.
    Il mio cordiale ringraziamento alle Forze dell’Ordine, agli operatori sanitari del 118, ai medici di base, al vigile urbano, ai dipendenti comunali e a tutte le attività commerciali e dei servizi, che, in questi giorni si adoperano per assistere l’intera popolazione castiglionese, al fine di garantire l’accoglienza, la sicurezza e la salute di ognuno di noi».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi