• In evidenza
  • “Inventiamo una banconota”, la classe V elementare di Castiglione prima in tutta Italia

    La classe V della scuola primaria di Castiglione Messer Marino ha conquistato il primo premio nazionale nell’ambito del concorso “Inventiamo una banconota” promosso dalla Banca d’Italia.

    «“L’abbraccio della conoscenza salverà il mondo” è questo lo slogan che ha portato i bambini dell’attuale classe V della scuola primaria di Castiglione Messer Marino e la referente del progetto, Regina Pierantonio, a vincere il I premio nazionale per la scuola 2019/2020 “Inventiamo una banconota” promosso dalla Banca d’Italia. – commenta con soddisfazione la dirigente scolastica dell’istituto, Anna Paolella – Il tema del concorso, a cui hanno partecipato circa 700 scuole da tutta Italia, ha avuto come tema “Il valore della conoscenza – Integrazione e Relazione”.

    Questa tematica ha in questo momento storico un valore fondamentale. Non poteva esserci messaggio migliore in questo periodo cupo in cui la speranza ha il potere salvifico di una medicina miracolosa, in cui la conoscenza non si identifica soltanto con le attività scolastiche ma con la prospettiva di progressi scientifici che sostengano la vita e lo sviluppo umano.


    Parimenti importante è che tale riconoscimento sia stato assegnato ad una piccola scuola e ad nuova visione del valore di una banconota. I bambini, infatti, hanno dato al denaro non solo un’attribuzione di titolo economico e di mercato, ma sono stati capaci di legarlo anche al potere di costruire e promuovere i valori umani della solidarietà e del benessere per tutti. Forse proprio dalle nuove generazioni si avvierà una rivoluzione culturale e morale che porterà il mondo di domani a considerare il capitale quale strumento di crescita per tutti, di miglioramento etico e culturale, non solo quale metro di paragone tra chi può di più e chi ha di meno.

    Alla referente del progetto, Regina Pierantonio, alle insegnanti della classe, Gabriella Piccirilli, Marta Petrella e Carla Di Paolo, va il mio più profondo riconoscimento, un grazie di cuore per l’esempio che condividono quotidianamente con i bambini e con i genitori. Ai bambini la mia promessa di impegno affinché la ricchezza umana e il significato morale che traspaiono dal loro percorso scolastico e di crescita siano sempre sostenuti da azioni concrete e di supporto da parte di noi adulti».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi