• In evidenza
  • L’ufficio stampa non serve più, i Comuni comunicano aprendo una pagina Facebook

    Anche il Comune di Belmonte del Sannio cede alle lusinghe dei social per la propria comunicazione esterna.

    «Cari concittadini, con la creazione della Pagina Facebook ufficiale del Comune di Belmonte del Sannio intendiamo attivare uno strumento per comunicare in maniera ancora più efficace con la popolazione.
    Riteniamo che la comunicazione, appunto, sia un mezzo fondamentale per stabilire un contatto costante tra il popolo e l’Amministrazione comunale. Oltre al Sito web istituzionale questa Pagina rappresenterà un ulteriore canale di comunicazione ed informazione. Vogliamo inaugurarla con l’incoraggiante notizia che, da oggi 18 maggio 2020, riapriranno diverse attività commerciali nel nostro paese, dopo il non breve periodo di sospensione dovuto alle misure restrittive di contrasto al Covid-19. Con l’augurio che si possa tornare presto alla normalità, vogliamo essere vicini ai nostri concittadini che con coraggio e determinazione riapriranno i battenti delle loro attività. Invitiamo, infine, tutti a continuare ad assumere comportamenti responsabili e ci appelliamo al buon senso di ciascuno perché solo rispettando le regole tutti insieme ce la faremo».

    E’ questo il primo post ufficiale a firma del sindaco e dell’amministrazione comunale di Belmonte del Sannio.

    Insomma, pare che l’ufficio stampa per le pubbliche amministrazioni sia ormai un qualcosa di preistorico, superato appunto dai social. Una legge dello Stato, la 150 del 2000 per la precisione, all’articolo 9 prevede che «Le amministrazioni pubbliche… possono dotarsi, anche in forma associata, di un ufficio stampa, la cui attività è in via prioritaria indirizzata ai mezzi di informazione di massa». Al comma seguente viene specificato che «gli uffici stampa sono costituiti da personale iscritto all’albo nazionale dei giornalisti». Una legge mai applicata, eppure in vigore, surclassata dai social. Perché oggi per comunicare, anche i Comuni, non si affidano ai giornalisti, cioè ai professionisti dell’informazione, ma si limitano ad aprire pagine “ufficiali” su Facebook.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    1 Comment

    1. ALBINO IACOVONE says: Rispondi

      Ottima iniziativa, complimenti al Sindaco Avv.Anita Di Primio e a tutta l’ Amministrazione comunale.

    Rispondi