• In evidenza
  • Positivo al Coronavirus un profugo trasferito nella struttura di Schiavi

    «La Asl Chieti-Lanciano-Vasto ha comunicato che è stata riscontrata la positività al test per “SARS-CoV2” di una persona presente all’interno del Cas “Hotel Il Tempio”. Tutti gli ospiti della struttura sono stati posti in isolamento fiduciario e la Prefettura ha assicurato il servizio di vigilanza H24 della struttura».

    E’ quanto si legge sul sito del Comune di Schiavi di Abruzzo. Accertato, dunque, un caso di positività al Covid 19 nella struttura di accoglienza profughi sul Monte Pizzuto a Schiavi di Abruzzo. Nella serata di ieri si era diffusa la voce di alcuni sintomi sospetti a carico di uno degli ospiti. Ora la conferma, dopo le analisi di laboratorio. Lo si apprende dalla “comunicazione urgente” inviata all’attenzione del sindaco Luciano Piluso dal dipartimento di prevenzione della Asl.

    «Per debito d’ufficio si comunica che il laboratorio di riferimento ha accertato la positività al test per Sars-Cov-2 sui tamponi eseguiti ai pazienti sotto generalizzati…» si legge nella nota datata 9 agosto. «Si notizia che le indagini epidemiologiche concernenti il caso sono ancora in corso e stanno evidenziando i relativi contatti stretti, per i quali sarà adottata la prescritta misura dell’isolamento fiduciario domiciliare in sorveglianza attiva, il cui elenco sarà debitamente trasmesso nei prossimi giorni». La persona risultata positiva è stata trasferita, insieme ad altre 18 persone, dal centro di accoglienza di Gissi, dove erano stati sedici i casi di positività.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi