• News
  • Pupillo non più sindaco, decade da presidente della Provincia: Scopino assume l’interim

    «Questa mattina, dopo la proclamazione ufficiale in Tribunale, ho accompagnato il neo sindaco di Lanciano Filippo Paolini Sindaco in Comune per un simbolico passaggio di consegne nell’ufficio del Sindaco a Palazzo comunale». Scrive sui social l’ex sindaco Mario Pupillo. La cessazione dalla carica di primo cittadino comporta la decadenza anche dal ruolo di presidente della Provincia di Chieti, assunto ad interim dal vice-presidente Arturo Scopino.

    «Oggi ho assunto le funzioni di Presidente della Provincia di Chieti, nelle more delle elezioni per il rinnovo della carica fissate per il prossimo 18 dicembre. – spiega il presidente facente funzioni Scopino – Dopo 160 anni dalla elezione del primo Presidente, avvenuta in data 2 settembre 1861 nella persona del concittadino Avv. Giovannicola De Prospero, un altro Montelapianese torna a presiedere la nostra Provincia. Ringrazio per questo tutta la cittadinanza di Montelapiano, il Comune più’ “piccolo” d’Abruzzo, che ininterrottamente da 24 anni mi ha dato l’onore e l’immenso piacere di rappresentarla e servirla, la mia famiglia ed in particolare il mio papà, che ci ha lasciati alcuni anni fa, i tanti Sindaci e Consiglieri Comunali della Provincia di Chieti che in più tornate elettorali mi hanno sostenuto e il Presidente emerito Mario Pupillo, che mi ha dato spazio e fiducia in questi anni quale Vice Presidente dell’Ente.

    Nei prossimi due mesi dovrò occuparmi, peraltro, di definire il piano neve d’intesa con i Comuni, di condividere la programmazione di risorse per interventi di viabilità in favore dei Comuni membri dell’Area Strategica Basso Sangro-Trigno, di accelerare la realizzazione delle opere pubbliche programmate e finanziate non ancora completate o avviate, sia nel settore della viabilità che dell’edilizia scolastica, monitorare gli interventi di completamento avviati sulla pista ciclopedonale della Costa dei Trabocchi e definire l’acquisto delle ex stazioni ferroviarie. Ce la metterò tutta, come ho sempre fatto nel corso del tempo negli Enti che ho amministrato, per realizzare questi primi obiettivi con il sostegno dei Consiglieri e della struttura dell’Ente».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi