• In evidenza
  • Riprese video-fotografiche per tenere sotto controllo la movida

    Un altro week end in cui le Forze di Polizia (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizie locali) sotto il coordinamento del Questore di Campobasso, dott. Giancarlo Conticchio, a seguito delle decisioni assunte in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto dott.ssa Maria Guia Federico, hanno effettuato controlli anti assembramento sia nel capoluogo che su tutto il territorio provinciale.

    I controlli preventivi anti assembramento si sono sviluppati, soprattutto nel capoluogo molisano, nei punti e nelle fasce orarie di maggior afflusso di cittadini nei luoghi di ritrovo della gioventù campobassana.
    Sin dall’inizio della settimana era stata posta in essere un’incessante attività di informazione da parte degli organi preposti alla sicurezza. Una maggiore partecipazione attiva tra tutti gli “attori” della “movida” (forze dell’ordine, esercenti delle attività commerciali e fruitori del divertimento, per lo più giovani sotto i trent’anni) e la conseguente necessità di contemperare le esigenze prioritarie di sicurezza, economiche e di svago ha fornito indicazioni positive.
    In modo particolare l’attenzione delle Forze dell’Ordine si è concentrata alle strade interessate dalla c.d. “movida” cittadina, Via Ferrari, Corso V. Emanuele, Viale Manzoni.
    L’attività è stata supportata da riprese video-fotografiche non disgiunte dall’identificazione degli avventori dei vari esercizi pubblici, che a seguito di analisi ed estrapolazione delle immagini, consentirà eventuali ulteriori accertamenti e, se del caso, di elevare sanzioni ex post.
    Il dispositivo di sicurezza, predisposto dalla Questura di Campobasso, associato all’attività informativa svolta nei giorni pregressi, ha richiesto e richiede sempre più la collaborazione attiva da parte dei cittadini, prevalentemente i giovani molisani, finalizzata all’adozione delle misure di contenimento contro la diffusione del Covid 19.
    Sebbene i locali abbiano chiuso in linea con le previsioni ordinamentali, la presenza nelle strade centrali si è protratta nelle ore successive senza che, però, si registrassero problemi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi