• News
  • Scuola, si torna in aula. La dirigente Paolella: «Massima attenzione, nonostante le vaccinazioni»

    Da domani, 7 aprile, le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado riprenderanno regolarmente in presenza anche nell’istituto comprensivo di Castiglione Messer Marino. Si torna in aula, dunque, dopo settimane di didattica a distanza, nonostante il personale docente abbia ricevuto in massima parte solo la prima dose di vaccinazione. Mentre non risulta che altre figure collegate al mondo della scuola, ad esempio gli autisti degli scuolabus e gli accompagnatori, siano state vaccinate. Si ha fretta di riaprire, probabilmente non tanto per motivi legati alla didattica, quanto per dare un segnale psicologico di uscita dal tunnel e di ripresa della normalità.

    In una nota inviata alle famiglie e al personale, la dirigente dell’istituto, Anna Paolella, precisa: «Si raccomanda la massima attenzione al rispetto delle misure di sicurezza, di prevenzione e contenimento della diffusione del virus Sars-Cov2, in quanto, nonostante la massiccia campagna vaccinale in atto, sono ancora in circolazione le varianti maggiormente contagiose rispetto al ceppo originario. E’ indispensabile rafforzare il rispetto di tutte le misure di controllo non farmacologiche (distanziamento fisico, uso delle mascherine e igiene delle mani), oltre a evitare gli spazi chiusi».

    Indicazioni particolari vengono fornite per la merenda che i ragazzi consumano durante la ricreazione. La raccomandazione è di «utilizzare i corridoi facendo stazionare gli alunni in corrispondenza delle frecce di colore verde “Rispetta la distanza di sicurezza” ivi presenti, le aule vuote e, possibilmente, mettere in atto turnazioni. Sarà cura dei Responsabili di plesso predisporre, con i team dei docenti, le turnazioni delle ricreazioni e prevedere durante il consumo della merenda la massima vigilanza, anche con la presenza dei collaboratori scolastici».

    Ogni lavoratore della scuola, «anche se ha completato il ciclo vaccinale, – spiega la preside – per proteggere se stesso, i colleghi, nonché i contatti in ambito familiare e comunitario, dovrà continuare a mantenere le stesse
    misure di prevenzione, protezione e precauzione valide per i soggetti non vaccinati, in particolare osservare il distanziamento fisico (laddove possibile), indossare un’appropriata protezione respiratoria, igienizzarsi o lavarsi le mani secondo procedure consolidate, poiché non è ancora noto se la vaccinazione sia efficace anche nella prevenzione dell’acquisizione dell’infezione e/o della sua trasmissione ad altre persone».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi