• News
  • Sevel riduce i turni: seicento trasfertisti rispediti indietro e trecento flessibili non rinnovati

    La direzione aziendale della Sevel di Atessa ha comunicato alle organizzazioni sindacali, «vista la grave situazione che si sta determinando con la mancanza di componenti elettronici», che, a partire da lunedì 27 settembre, la nuova organizzazione del lavoro dagli attuali 18 turni, passa a 15 turni. Mentre, la manutenzione passa dagli attuali 20 a 18 turni. Con la nuova organizzazione del lavoro, tutti i trasfertisti presenti in stabilimento (poco più di 600), torneranno nei loro stabilimenti di appartenenza e circa 300 lavoratori flessibili fra somministrati e staff-leasing, non saranno rinnovati.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi