• In evidenza
  • Si schianta contro il muro, i soccorsi arrivano da Trivento dopo mezz’ora

    Ha dovuto attendere oltre mezz’ora prima che a prenderlo in consegna arrivassero i sanitari del 118 di Trivento. Il tutto perché i colleghi dell’ospedale Caracciolo erano impegnati in altro intervento a Capracotta. Protagonista della vicenda un 80enne automobilista di Agnone che nel pomeriggio, a bordo di una Fiat Panda, per cause al vaglio dei Carabinieri, si è schiantato contro il muro di cinta dello stadio Civitelle riportando un politrauma.

    A prestare il primo soccorso all’uomo due fratelli infermieri non in servizio che si trovavano a passare da quelle parti. Scattato l’allarme, dopo circa mezz’ora, è arrivata una ambulanza con a bordo i sanitari del 118 di Trivento che hanno deciso il trasferimento al Veneziale di Isernia causa la mancanza di servizi al Caracciolo dove in passato simili casi venivano trattati quotidianamente. Inutile sottolineare come l’episodio sta sollevando roventi polemiche tra la popolazione.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi