• News
  • Si spaccia per commercialista e raggira un imprenditore: denunciata una donna

    Si spaccia per commercialista e raggira un imprenditore di Pescara in difficoltà sottraendogli una palazzina. La Polizia di Stato esegue il sequestro dell’immobile. Protagonista della vicenda una 47enne pugliese, ma da tempo residente a Pescara. Dopo aver convinto la vittima ad affidargli l’incarico di rinegoziare i debiti con una società di leasing, la 47enne già nota alle forze dell’ordine per altre vicende giudiziarie, ha spedito una falsa lettera della società di leasing in cui si affermava che grazie al suo intervento il debito si era sensibilmente ridotto. L’indagata proponeva allora all’uomo di cederle la proprietà della palazzina di quattro piani con giardino, a Pescara in zona colli, in cui risiedeva. In cambio la donna, oltre a pagare una somma in denaro, si sarebbe accollata la residuale parte di debito che l’imprenditore aveva con la società di leasing. Nel maggio 2020 la donna e i figli si erano trasferiti nella palazzina, liberata nel frattempo dalla vittima che però, nel mese di dicembre scorso, si é visto notificare alla sua società gli atti giudiziari della procedura esecutiva avviata dalla società di leasing e si é accorto, quindi, che il suo debito era rimasto invariato e che la documentazione che lo faceva apparire parzialmente estinto era falsa, così come falsa era la copia del bonifico fatto alla società creditrice a saldo del debito. Il giudice del Tribunale di Pescara, ha disposto il sequestro preventivo dell’immobile provento di reato. Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito il sequestro dell’immobile obbligando la donna a lasciare l’abitazione, in attesa della riassegnazione al legittimo proprietario.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi