• In evidenza
  • Tamponi a Castiglione, il sindaco porta il “caso” sul tavolo dell’assessore Verì

    «Questa mattina, presso la sede dell’assessorato alla Sanità della Regione Abruzzo, ho avuto un cordiale incontro con l’assessore regionale Nicoletta Verì. Nell’occasione ho rappresentato le necessità del distretto sanitario di Castiglione Messer Marino, nonché della postazione 118 di soccorso h24».

    E’ quanto comunica sui social il sindaco di Castiglione Messer Marino, Felice Magnacca. Un incontro a Pescara, dunque, con la responsabile regionale della sanità, per fare il punto sulle sorti del distretto sanitario di base anche alla luce delle recenti polemiche circa la soppressione della medicalizzazione del 118 e delle richieste di attivazione di una postazione per fare i tamponi Covid.
    «L’assessore ha preso l’impegno su quanto discusso affinché l’importante presidio sanitario del territorio, attraverso i servizi sanitari, mantenga nel tempo la sua importante funzione per la collettività castiglionese e del territorio montano dell’alto Vastese. – spiega il sindaco – Continueremo come sempre ad essere vigili ed attenti alle esigenze sanitarie manifestate dagli operatori, per il buon funzionamento della struttura nel suo complesso. Ringrazio l’assessore Verì per l’attenzione e la disponibilità dimostrata in tale occasione».

    In merito alla questione tamponi Covid da raccogliere presso il distretto sanitario di Castiglione, nello specifico, l’assessore regionale pare non abbia dato indicazioni, anche perché è una decisione aziendale che spetta dunque alla Asl, anche se una benedizione politica sarebbe stata bene accetta. Il sindaco Magnacca, tuttavia, si è relazionato con i vertici aziendali già nei giorni scorsi e si attendono sviluppi, si spera positivi, sin dalle prossime ore. Nel frattempo chiunque avesse bisogno di un tampone deve recarsi presso i drive in di Gissi o Atessa, facendo un centinaio di chilometri tra andata e ritorno.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi