• In evidenza
  • Taniche di gasolio diluito con acqua, due denunciati in Alto Molise

    I carabinieri della stazione di Forli del Sannio, nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, appreso che alcuni cittadini erano stati avvicinati da due persone che si aggiravano a bordo di un’auto proponendo l’acquisto di gasolio per autotrazione ad un prezzo inferiore a quello di mercato, si mettevano alla loro ricerca nell’ambito della giurisdizione.
    Poco dopo riuscivano a rintracciare l’autovettura segnalata, con due soggetti a bordo di origini campane. L’immediato controllo eseguito consentiva di riscontrare che all’interno dell’auto erano nascoste 12 taniche da 25 litri ciascuna di gasolio per autotrazione, presumibilmente diluito con acqua, di cui gli interessati non fornivano alcuna valida spiegazione circa la provenienza ed il legittimo possesso.
    Di conseguenza, le taniche ed il loro contenuto venivano poste sotto sequestro ed i due segnalati alla competente A.G. per i reati di ricettazione e tentata truffa.
    I Carabinieri operanti, tenuto conto dei vari pregiudizi a carico dei predetti per numerosi reati contro il patrimonio e ritenuta la pericolosità per l’ordine e la sicurezza pubblica dagli stessi costituita, avanzavano all’Autorità di P.S. proposta per l’irrogazione dell’obbligo di rientro nel proprio comune di residenza e divieto di ritorno nel comune del controllo, senza la preventiva autorizzazione, che veniva accolta e partecipata agli interessati, divieti determinati rispettivamente per la durata di anni 3 e 2.
    La costante e diuturna azione di prevenzione attuata dalla Compagnia Carabinieri del Capoluogo è diretta a contrastare ogni forma di illegalità ricercando il contatto con i cittadini, per conoscerne le esigenze e raccoglierne istanze, osservazioni e segnalazioni, come in questo specifico caso, per consentire il libero svolgimento delle legittime attività della popolazione e, nel contempo, allontanare dal territorio le persone ritenute socialmente pericolose.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi