• In evidenza
  • Tour della solidarietà e della salute orale, oggi tappa ad Isernia

    Passerà oggi anche ad Isernia, dove ha sede una delle cliniche odontoiatriche Odontosalute, il “Tour della solidarietà e della salute orale”, iniziativa ideata dalla casa madre del marchio friulano, di recente confluito nel gruppo internazionale Colosseum Dental Group, leader in Europa di centri odontoiatrici organizzati con orientamento al servizio del paziente, qualità della cura, ricerca e innovazione tecnologica.

    In collaborazione con CinemAlfa, associazione nata nel 2011 e avente come ideale comune quello di riunire gli alfisti di ogni età e gli appassionati di cinematografia nazionale e internazionale, Odontosalute ha allestito una carovana di circa dieci Alfa Romeo d’epoca partita ieri, mercoledì 19 maggio, dalla pianura bergamasca e attraverserà diversi territori italiani, per poi arrivare a destinazione, presso il Museo Alfa Romeo di Legnano domenica 23 maggio.

    La carovana approderà oggi a Isernia alle ore 16.00 in piazza Andrea D’Isernia e sosterà davanti alla Cattedrale, dove è previsto un momento di condivisione e donazione di un assegno per le cure odontoiatriche e di kit per l’igiene orale (spazzolino, dentifricio e filo interdentale) destinati al centro di accoglienza Casi e alla Caritas Diocesana. All’evento parteciperà anche il Vescovo Monsignor Camillo Cibotti.

    “Abbiamo aderito con grande entusiasmo all’iniziativa proposta dal nostro gruppo – ha dichiarato Barbara Avicolli, direttrice del centro odontoiatrico isernino – Odontosalute Isernia da oltre sei anni si adopera per incrementare il benessere della comunità patrocinando decine di eventi a scopo benefico. Abbiamo, pertanto, aderito con grande partecipazione all’iniziativa della carovana della solidarietà, convinti del fatto che, attraversando l’Italia, si diffondano ovunque i valori che animano la nostra opera quotidiana: la nostra è una odontoiatria sociale, in quanto il paziente è al centro di ogni processo e di ogni azione”.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi