• News
  • Aggressione a calci e pugni, denunciati tre minori del Vastese

    La sera del 20 settembre scorso, la Polizia di Stato di Vasto è stata chiamata ad intervenire all’interno della Villa Comunale di Vasto, ove si era consumata una violenta aggressione ai danni di alcuni minorenni.
    Giunta sul posto, una Volante del Commissariato di Vasto non rintracciava gli autori dell’aggressione che nel mentre si erano dileguati, ma identificava le persone presenti e prestava i primi soccorsi ai malcapitati ed, in particolare, ad un ragazzo rimasto seriamente colpito ad un occhio.
    Questi, causa il trauma riportato, è stato dapprima trasportato in ambulanza in Pronto Soccorso e, poi, ricoverato presso il Nosocomio vastese per due giorni.
    Immediatamente, sono state svolte indagini senza soluzione di continuità grazie alle quali, non senza difficoltà, i poliziotti di via Bachelet hanno ricostruito l’accaduto ed identificato alcuni degli autori delle condotte poste in essere nei confronti di giovani ragazzi vastesi.
    Quella sera si è accertato che, in particolare, un gruppo di amici quindicenni stava trascorrendo una serata in compagnia quando, alcuni coetanei, circa una decina, con un chiaro intento provocatorio, offendevano uno dei ragazzi ivi presente.
    Sentita l’offesa, una ragazza si voltava e senza alcuna ragione, colpevole soltanto di averli guardati, veniva aggredita da due ragazze coetanee che la gettavano in terra e la colpivano con calci, anche in volto.
    Ciò provocava la reazione degli amici della ragazza aggredita che, nel tentativo di soccorrerla, venivano fermati ed, a loro volta, malmenati dai componenti maschi del gruppo.
    Le vittime sono state colpite con schiaffi, pugni e calci in diverse parti del corpo; uno in particolare, minore intervenuto per difendere i suoi amici, è stato aggredito da un gruppo di 5/6 ragazzi che, a turno, lo hanno picchiato e provocato un trauma ad un occhio.
    I responsabili della violenta aggressione sono stati identificati anche grazie alla determinante collaborazione di altri cittadini, estranei ai fatti, presenti all’interno della villa comunale.
    I denunciati, due ragazze ed un ragazzo, saranno chiamati a rispondere di lesioni personali, aggravate da futili motivi, in concorso tra loro, di fronte al Tribunale per i Minorenni di L’Aquila. Prosegue l’attività investigativa, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria procedente, finalizzata ad identificare tutti i componenti del gruppo.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi