• In evidenza
  • Agnonese, contro il Castelfidardo gara da dentro o fuori. Movimenti in società

    Dopo tre sconfitte consecutive, undici gol incassati e nessuno realizzato, la gara con il Castelfidardo, attesa nel pomeriggio allo stadio ‘Civitelle’, assume un valore vitale per il proseguo della stagione. Lo sa bene il tecnico Stefano Senigagliesi e lo sanno a perfezione i componenti della rosa, sorvegliati speciali e ai quali non è più consentito sbagliare. Contro i marchigiani, lanciatissimi in classifica e reduci dall’exploit contro il Pineto, bisognerà dare il massimo e buttare il cuore oltre l’ostacolo.

    A riguardo chiamati in causa i veterani Landi, Chiavazzo, Di Lollo, Melvan, Litterio (dovrebbe sostituire l’infortunato Sgambati al centro della difesa), dai quali ci si attende qualcosa in più rispetto le ultime disastrose apparizioni.  

    Nel frattempo si registrano movimenti in società. Infatti, recependo il momento di forte difficoltà del club granata, ieri sera a Palazzo Verdi, il sindaco Daniele Saia ha convocato un incontro dove ha messo al tavolo l’attuale dirigenza e alcuni ex soci che hanno manifestato piena volontà a dare un contributo alla causa. Tra le altre cose si valuta la possibilità di rituffarsi a capo fitto sul mercato. Si tratta sicuramente di un bel segnale alla vigilia di una sfida delicatissima che potrebbe segnare l’inizio di un nuovo progetto. L’ambiente e la tifoseria lo auspicano. Intanto c’è da battere il Castelfidardo. Fischio d’inizio fissato alle ore 14,30.

    Arbitra Adil Bouabid di Prato coaiduvato da Vickraj Andrea Gookooluk di Civitavecchia e Giulio Pancani della sezione di Roma1.

    Gli incontri della XVI giornata: Aprilia-Montegiorgio; Porto Sant’Elpidio-Vastese; Fiuggi-Campobasso; Agnonese-Castelfidardo; Giulianova-Notaresco; Recanatese-Vastogirardi; Rieti-Castelnuovo Vomano; Tolentino-Albaloga. Rinviata: Pineto-Matese.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi