• News
  • Ai domiciliari litiga con il vicino e lo insegue con un coltello, arrestato

    Agli arresti domiciliari litiga con il vicino di casa e lo insegue con un coltello, arrestato dalla Polizia di Stato per evasione. Un uomo di Pescara, di 35 anni, in regime di detenzione domiciliare dove sta scontando una pena detentiva, è stato arrestato dalla squadra Volante per evasione e denunciato per minacce gravi, dopo aver aggredito un vicino di casa con un coltello inseguendolo fin sul pianerottolo dell’abitazione. E successo tutto nella tarda serata di ieri quando le Volanti sono intervenute in zona Colli di Pescara per una segnalazione di un diverbio tra vicini di casa. Gli agenti hanno ricostruito i fatti ed hanno accertato che, per motivi apparentemente banali, la persona sottoposta alla detenzione domiciliare, intorno alle 23,30 di ieri sera, per motivi ancora da accertare, ha aggredito all’interno del cortile il vicino di casa che stava facendo rientro a bordo della sua autovettura invitandolo nella propria abitazione per comporre vecchi dissidi ma a dire del vicino, è stato spintonato e aggredito con veemenza tanto da essere costretto a fuggire verso la propria abitazione per evitare il peggio. L’uomo in detenzione domiciliare – così come riferito dalla vittima – lo ha inseguito, minacciandolo, fin sul pianerottolo di casa impugnando un coltello da cucina senza riuscire però a colpirlo. Arrestato per evasione, è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la convalida del fermo.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi