• In evidenza
  • Calcio: Agnonese futuro incerto, piazza e tifoseria chiedono chiarezza

    Mentre la Lega Nazionale Dilettanti fissa le date per la partenza della serie D (si inizia il 20 settembre con il turno preliminare di Coppa Italia per poi passare al 27 settembre con la prima giornata di campionato), ad Agnone si cerca di capire quale futuro attende il club granata. Dopo le dimissioni del presidente Marco Coliazzo, negli ultimi giorni la società ha lanciato la sottoscrizione popolare per iscrivere la squadra al quattordicesimo torneo di quarta serie (il termine ultimo fissato al 24 luglio quando si dovranno depositare 16,200 euro più 31mila di fidejussione bancaria). Un segnale che la dice lunga sulla volontà di proseguire l’avventura nonostante resta poco chiaro con quali mezzi economici e risorse umane a disposizione. A tal proposito piazza e tifoseria chiedono di fare chiarezza. Sui social infatti più di qualcuno scrive che prima di versare il contributo volontario per l’iscrizione intende conoscere quali i programmi da mettere in campo. Intanto c’è chi continua a lavorare in rigoroso silenzio per tentare di dare risposte certe e immediate sul futuro del sodalizio.

    E’ il caso dei dirigenti Fernando Sica, Franco Paolantonio, Giuseppe Di Pietro e l’avvocato Giuseppe Marinelli che tuttavia non nascondono timori e preoccupazioni sulle restrizioni imposte dalla Lega in merito alla pandemia. Un discorso non di poco conto per una società come l’Olympia Agnonese che si regge per lo più sul volontariato. Nelle prossime 48 ore se ne dovrebbe sapere certamente di più. Chi resta alla finestra in attesa di notizie e l’ex calciatore del Napoli, Erminio Rullo intenzionato a proseguire l’ottimo lavoro svolto in alto Molise durante la scorsa stagione. Infine dopo gli addii di Acosta, Boubacar (Atletico Fiuggi), Allegra (Latina) e Minicucci (Matese), il forte fluidificante Peppe Nicolao sarebbe vicino all’accordo con il Pineto. A fare gola ad altre società di serie D i tanti under lanciati durante l’ultimo campionato dal tandem Pizii-Rullo.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi