• In evidenza
  • Candidato sindaco, alleanze, programmi: parla il segretario cittadino del Pd

    “Più che sul nome del candidato sindaco stiamo ragionando sul programma e sui progetti da mettere in campo. A riguardo nei prossimi giorni proporremo dei tavoli tematici dai quali usciranno nuove idee da mettere in campo per il futuro della nostra amata cittadina”. E’ quanto dichiara la giovanissima segretaria del Partito Democratico ‘Libero Serafini’, Michela Cerbaso alla vigilia della presentazione delle liste per le amministrative di Agnone.

    “Ci saremo – afferma – per dare seguito al lavoro svolto dal gruppo di Nuovo Sogno Agnonese che sarà affiancato dai Giovani Democratici sui quali confidiamo molto. Oggi più che mai serve una presa di coscienza da parte delle giovani generazioni chiamate a tracciare il solco per il prossimo quinquennio, periodo che reputiamo fondamentale per dare una svolta agli ultimi quattro anni di governo dove si è registrato un appiattimento generale in merito l’azione amministrativa”. Dopodiché su una ipotetica intesa con il MoVimento 5 Stelle, Cerbaso sottolinea. “Stiamo discutendo e, quanto prima,  speriamo di trovare la giusta sintesi che tuttavia non può prescindere dalle indicazioni del partito”.

    Inevitabile la domanda su ulteriori accordi che potrebbero allargare il consenso elettorale in modo tale da aspirare a vincere le elezioni. Negli ultimi giorni l’accostamento più diretto è stato quello fatto con la lista dell’ex consigliere di minoranza Vincenzo Scarano. “E’ un discorso che stiamo valutando attentamente e che tornerà all’attenzione dell’assemblea del circolo cittadino – afferma ancora Cerbaso, che aggiunge – al momento non c’è niente di concreto. Ma ripeto: stiamo ragionando sul da farsi e su quali le scelte migliori da adottare per il bene della collettività”.

    Intanto chiude a qualsiasi discorso  con l’ex vice sindaco Linda Marcovecchio che in un recente passato ha lanciato segnali di apertura. “Pur apprezzando quanto fatto in fase di sfiducia al primo cittadino Lorenzo Marcovecchio, reputo difficile se non impossibile un apparentamento con chi abbiamo combattuto e contestato durante l’ultima legislatura”. Infine sul nome emerso del candidato sindaco Daniele Saia, capogruppo di Nuovo Sogno Agnonese, Cerbaso sostiene. “Negli ultimi nove anni, Daniele (Saia, ndr), insieme a tutto il gruppo di centrosinistra ha dato prova di conoscere e saper guidare la macchina amministrativa. Per il momento è lui il nostro candidato sindaco ideale”. Sarà dunque Saia il referente del centrosinistra? A detta della segretaria del Pd cittadino, il geologo ed ex assessore della giunta Carosella resta l’indiziato numero uno. Un nome che stando a indiscrezioni potrebbe mutare nel momento in cui il Pd deciderà di fare alleanze e allargare il raggio d’azione elettorale pur di governare Palazzo San Francesco. Ma questo si vedrà.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi