• News
  • Cantieri sulla fondovalle Sangro, chiusure notturne fino ad agosto

    Cantieri aperti e chiusure notturne sulla fondovalle Sangro, ripercussioni negative anche per i pendolari dell’Alto Molise che si recano a lavoro presso il complesso industriale della Sevel. Da qualche giorno, precisamente da lunedì, Anas ha dato avvio agli annunciati lavori di messa in sicurezza della galleria “Santa Croce”, nell tratto di fondovalle Sangro che attraversa tra i Comuni di Bomba e Colledimezzo. Proprio quel tratto, utilizzato anche dai pendolari e dai mezzi pubblici in partenza e in rientro in Alto Molise, resterà chiuso nelle ore notturne per permettere la pulizia del piano viabile e interventi di sistemazione delle opere idrauliche all’interno della galleria. L’ordinanza, con cui si dispone il divieto al traffico dalle ore 21 alle ore sei del mattino, dal km 47+400 al km 53+100, è stata trasmessa per conoscenza ai Comuni interessati.

    I lavori di manutenzione prevedono il «ripristino corticale del rivestimento delle gallerie per la captazione ed il drenaggio delle acque di percolazione in calotta e di quelle in piattaforma» si legge nella nota dell’Anas. In ragione della chiusura al traffico del tratto di fondovalle, per i mezzi in transito è stato predisposto, opportunamente segnalato, il percorso alternativo dallo svincolo di Bomba al km 53+100, che impone di transitare nell’abitato di Bomba e proseguire sulla provinciale 119 fino allo svincolo di Colledimezzo, dove sarà possibile riprendere la fondovalle Sangro. La chiusura interessa il tratto appena prima degli svincoli dei centri molisani e per questo motivo avrà ripercussioni sul traffico da e per l’Alto Molise, soprattutto per quanto riguarda i mezzi pesanti del trasporto pubblico.

    Partenze anticipate, dunque, per gli autobus che trasportano i pendolari lavoratori dell’Alto Molise e rientri posticipati, con gli intuibili disagi del caso.  Gli interventi andranno avanti, come da cronoprogramma, fino al dieci agosto prossimo. Intanto non si hanno notizie di risoluzione del problema relativo all’ormai famoso servizio “navetta” che intercetta gli autobus di linea e accompagna i pendolari della Sevel e delle altre aziende di zona presso la sede di lavoro.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi