• In evidenza
  • Carabiniere aggredito, Salvini: «Servono i taser, cosa aspetta il Governo?»

    «Quando c’è una donna o un uomo in divisa che viene aggredito sul lavoro, noi dobbiamo esserci sempre».


    Con queste parole l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini ha salutato la comunità di Avezzano, nel pomeriggio di oggi in Abruzzo. Il leader della Lega ha voluto visitare il comando compagnia Carabinieri di Avezzano, per portare la sua «solidarietà e gli auguri di buona guarigione a Vito, il militare massacrato di botte da un immigrato percettore del reddito di cittadinanza».

    Al centro del pensiero di Salvini «il diritto alla sicurezza, sempre dalla parte delle Forze dell’Ordine». «Che cosa aspetta il Governo a dotarli dei taser, come previsto da un provvedimento che avevo approvato quando ero Ministro?».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi