• In evidenza
  • ‘Carte in Dimora’, l’antico frantoio Iacovone di Poggio Sannita spalanca le porte ai visitatori

    Il Palazzo Iacovone, a Poggio Sannita, apre al pubblico il prossimo fine settimana (sabato 8 e domenica 9 ottobre)  in occasione della manifestazione ‘Carte in Dimora’, organizzata dal Ministero dei Beni Culturali. La dimora storica è tra le due prescelte a rappresentare il Molise. I visitatori potranno effettuare il percorso guidato all’antico frantoio ipogeo, d’epoca medievale tra i più antichi rimasti in Italia, tuffandosi nella secolare civiltà rurale.

    Nei sotterranei del palazzo, si trovano ancora la mastodontica pressa in legno, l’imponente ruota e vasca di molitura in pietra, gli attrezzi, gli otri scavati nei blocchi di roccia, gli utensili.  Ma non solo. Nella casa che, nel 1771, diede i natali al chirurgo Cosmo Maria De Horatiis, medico di camera del Re Francesco I di Borbone a Napoli, massimo esperto italiano e propulsore dell’omepatia, i turisti potranno vedere testi pregevolissimi, dal 1744 al 1943 e documenti unici, tra cui una delle due copie autentiche della Costituzione italiana pubblicata sulla Gazzetta ufficiale (l’altra è conservata all’archivio storico di Venezia). La dimora è stata oggetto di attenti lavori di restauro, voluti dal proprietario, l’avvocato Domenico Iacovone, per preservarne le caratteristiche, far risaltare i materiali e le tecniche costruttive dell’epoca.

    Per info: https://www.facebook.com/anticofrantoioiacovone

    Le visite fruibili ad un numero massimo di 10 persone per volta inizieranno alle ore 10 e durano circa un’ora; proseguono sino alle ore 18, con l’intervallo dalle 13 alle 16.

    La prenotazione obbligatoria su anticofrantoioiacovone@gmail.com oppure

    WhatsApp al 334.2253485.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi