• In evidenza
  • Cento studiosi dalla Baviera in visita al Santuario della Nazione sannita di Pietrabbondante

    L’area archeologica di Pietrabbondante all’attenzione del pubblico tedesco di qualità. Il Sannio e i Sanniti in questo scorcio di autunno sono in effetti oggetto di tre diversi viaggi studio da parte di archeologi, docenti universitari e studiosi tedeschi. Il primo gruppo di 33 persone varcherà i cancelli del più importante sito della cultura sannita domani mattina alle 10.15; il secondo e il terzo gruppo di illustri visitatori saranno a Pietrabbondante il 28 settembre e il 5 ottobre prossimi, rispettivamente di 45 e 37 persone.

    «Si tratta di uno stupendo “effetto collaterale” della mostra “Il Sannio e i Sanniti” aperta dallo scorso 10 maggio a Monaco – ci dice Anna Maria Marrone, referente italiana dell’organizzazione del viaggio e guida dei tre gruppi – fortemente voluta dal Console Generale Enrico de Agostini e allestita presso il Museo dell’Arte Classica, il più importane della capitale bavarese i cui vertici hanno organizzato questi tre viaggi e saranno presenti domani a Pietrabbondante».

    Alla testa della delegazione di archeologi ci sono in effetti il Vice-Direttore della Glyptothek (il museo di Monaco) Prof. Gliwitzky e il dr. Hannes Hofer del consiglio direttivo. Si tratta di un viaggio alla ricerca della cultura e archeologia sannita che comprende anche località come Benevento, Melfi, Santa Maria Capua Vetere oltre a una visita al museo Archeologico Nazionale di Napoli.

    «Oggi siamo stati ad Altilia e al museo sannitico di Campobasso – continua la dottoressa Marrone – visite che hanno sorpreso molto positivamente i nostri ospiti che hanno parlato di veri e propri gioielli archeologici. Domani sono sicura che Pietrabbondante completerà il loro giudizio positivo su quanto il Molise archeologico può offrire. Lì ci attendono il sindaco Antonio Di Pasquo, Nicola Mastronardi e, spero, anche il professor La Regina. Sarebbe un onore per noi». Dopo il pranzo presso la “Taverna dei Sanniti” il gruppo di studiosi è atteso a Isernia presso  museo di Santa Maria delle Monache a Isernia.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi