• In evidenza
  • Chiesa: ad Agnone tornano le suore, si occuperanno della Biblioteca Emidiana e attività pastorali

    Il ritorno delle suore ad Agnone è imminente. L’annuncio porta la firma del vescovo di Trivento, Claudio Palumbo a fine celebrazione del Piccolo Natale, la messa che si tiene ogni anno nella cittadina il 21 novembre. Nella circostanza Palumbo non ha svelato ulteriori particolari, tuttavia da quanto appreso da l’Eco online le consorelle arriveranno dall’ordine religioso delle Suore della Compassione. In tutto tre che alloggeranno inizialmente in un’abitazione di via Gioberti a due passi da Piazza Plebiscito. Questo in attesa del trasferimento nella canonica di Sant’Emidio, già alloggio dei parroci don Filippo La Gamba e don Giovanni Fangio.

    Le suore tornano ad Agnone dopo un lungo periodo di vacatio. La loro presenza nell’ex convento di Santa Chiara risale ad almeno un decennio fa quando per anni si sono occupate dell’asilo ‘Giardino d’Infanzia’ in corso Garibaldi e di altre attività dedite alla crescita dei giovani del posto. Altra presenza di suore in passato si è registrata nella casa di riposo di San Bernardino dove amorevolmente si prendevano cura degli ospiti. Il ritorno ad Agnone vuole essere una spinta alle attività pastorali che, molto probabilmente, si intensificheranno nel Centro sociale di Maiella nella struttura adiacente la chiesa dove transitò Celestino V, il Papa del Grande rifiuto. Non solo, perché, inoltre, la mission delle suore sarà custodire le chiese di Maiella e Sant’Emidio garantendo l’accesso alla Biblioteca Emidiana.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi