• In evidenza
  • Incidente Paola Cerimele, la Procura dispone perizia cinematica

    L’accorata richiesta del fratello e delle sorelle di Paola Cerimele e di Studio3A, che li assiste, di fare piena luce sul tragico incidente costato la vita alla celebre attrice molisana il 25 agosto scorso sulla Statale Trignina, nei pressi dello svincolo San Giovanni Lipioni, in provincia di Chieti, è stata prontamente accolta dal Pubblico Ministero della Procura di Vasto, Vincenzo Chirico, titolare del relativo procedimento penale a carico del conducente dell’auto, una Audi A6, che lo ha causato: 51 anni, residente a Frosolone, il quale, probabilmente a causa di un sorpasso azzardato, non sarebbe riuscito a rientrare in tempo nella propria corsia, invadendo quella su cui procedeva regolarmente la Fiat Panda condotta dalla 48enne di Agnone, e con a bordo il compagno Raffaello Lombardi, che è sopravvissuto ma ha riportato traumi pesantissimi, è indagato per omicidio stradale con le aggravanti di aver ferito gravemente anche un’altra persona e, soprattutto, di essersi posto alla guida in stato di ebbrezza, essendo anche risultato positivo alcol test a cui è stato sottoposto dai carabinieri della Compagnia di Vasto che hanno effettuato i rilievi.

    Chirico ha infatti disposto un accertamento tecnico irripetibile finalizzato alla ricostruzione dell’esatta dinamica, e quindi delle cause e delle responsabilità del sinistro, attraverso tutti i necessari accertamenti sui veicoli coinvolti e sul luogo della tragedia, e avvalendosi ovviamente anche di tutti gli elementi sin qui acquisiti dagli inquirenti.

    A tal scopo il Sostituto Procuratore domani, martedì 20 settembre 2022, alle 9.30, negli uffici della Procura di Vasto, conferirà l’incarico quale proprio consulente tecnico d’ufficio all’ingegnere Marco Colagrossi, con accertamenti che inizieranno a seguire presso le officine Frencar di Vasto dove si trovano in custodia giudiziale i veicoli, posti sotto sequestro.

    Un’iniziativa, quella del Pubblico Ministero, accolta con estremo favore dai congiunti di Paola Cerimele, che per fare piena luce appunto sulle cause e le responsabilità del terribile frontale che ha strappato tragicamente la loro cara ai suoi affetti e per ottenere giustizia, attraverso il consulente legale e Area manager Sabino De Benedictis si sono affidati a Studio3A-Valore Spa, società specializzata livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, con la collaborazione dell’avvocato Marco Bevilacqua del foro di ChietiStudio3A metterà a disposizione come consulente tecnico di parte per i suoi assistiti l’ingegnere Mattia Strangi che parteciperà alle operazioni peritali.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi