• News
  • L’Aifa assicura: «Allarme ingiustificato sul vaccino AstraZeneca», ma aumentano le rinunce

    AGI – «I casi di decesso verificatisi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca hanno un legame solo temporale. Nessuna causalità è stata dimostrata tra i due eventi. L’allarme legato alla sicurezza del vaccino AstraZeneca non è giustificato».

    Lo afferma l’Aifa, l’agenzia del farmaco, in una nota diffusa dopo un nuovo allarme, scattato in Piemonte, sulla sicurezza del vaccino. Aifa sottolinea che «le attività di farmacovigilanza proseguono sia a livello nazionale che europeo in collaborazione con Ema, monitorando con attenzione possibili effetti avversi legati alla vaccinazione».

    Da parte sua l’azienda AstraZeneca ha sottolineato che «un’attenta revisione di tutti i dati di sicurezza disponibili di oltre 17 milioni di persone vaccinate nell’Unione Europea e nel Regno Unito con il vaccino Covid-19 AstraZeneca non ha mostrato evidenza di un aumento del rischio di embolia polmonare, trombosi venosa profonda (TVP) o trombocitopenia, in qualsiasi fascia di età, sesso, lotto o in un determinato paese». Così in una nota AstraZeneca in relazione alla recente preoccupazione su possibili eventi avversi riscontrati in alcuni pazienti dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid.

    LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO QUI

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi