• In evidenza
  • Nuovo palasport Agnone, tempi lunghi per realizzare l’infrastruttura

    Basterà il milione di euro a disposizione del Comune di Agnone per realizzare il nuovo palasport? E’ la domanda che oggi tutti si pongono in considerazione dell’aumento dei prezzi di materie come ferro, cemento, legno, alluminio, ecc. A detta dei progettisti, che intanto lavorano ad una revisione dei costi, la somma prevista dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) bastare. Nel frattempo emergono i particolari di un’opera attesa da anni, finanche troppi.

    La prima è quella di essere in possesso dei pareri di Coni, Soprintendenza, Vigili del fuoco, Asrem e Comune con i quali si potrà dare inizio all’opera. La seconda è relativa all’omologazione dell’impianto per la disputa di gare ufficiali di serie A (volley) e serie B (calcio a 5 e basket).

    L’impianto oggi

    E qui il pensiero corre a quel campionato di A2 che costrinse la Pallavolo Agnone ad emigrare a Vasto per la disputa delle gare interne visto che il palazzetto di viale Europa non era idoneo per un torneo professionistico.

    Oggi le nuove dimensioni del rettangolo da gioco, 16×34 metri, con un’altezza di 8 metri in tutti i punti, assicurano nuovi e interessanti scenari per le squadre cittadine che svolgeranno le attività sportive.

    La struttura, inoltre, potrà essere utilizzata come sede di Protezione civile, convegni e feste scolastiche. La capienza per le gare sarà di 600 posti a sedere (la novità è la tribuna da realizzare sul lato Chalet) con la possibilità di aumentarli con tribune retrattili presenti sul lato dei campi da tennis. Ed ancora, previsti doppi servizi igienici, quelli per il pubblico sotto la tribuna centrale, di fronte per atleti, arbitri e tecnici.

    Ma non è tutto, perché il nuovo palasport potrà contare su un’autoproduzione energetica grazie ad un impianto fotovoltaico che verrà installato sulla copertura in legno lamellare. Il fondo di gioco previsto è in taraflex come quello attuale. Ancora incerti i tempi per la partenza delle opere considerato che al momento manca il disciplinare del finanziamento, documento fondamentale per redigere il bando di gara che richiede almeno un paio di mesi per la stesura.  Una volta assegnati, i lavori dovranno essere completati entro 300 giorni.

    I fondi a disposizione dell’opera sono in totale 960.000 euro che comprendono anche l’abbattimento della vecchia struttura. Il Comune di Agnone ha cofinanziato l’opera con un mutuo di 500.000 euro. La sensazione è che per vedere il nuovo palasport bisognerà attendere ancora molto tempo. Almeno il 2023.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi