• In evidenza
  • Obbligo del green pass e anche i “no vax” ora corrono a vaccinarsi

    Boom di prenotazioni nelle ultime ore per il siero anti Covid. In alcune regioni, dalla Lombardia al Veneto, Piemonte ed Emilia Romagne, le adesioni sono più che raddoppiate. Vero e proprio boom di prenotazioni per il vaccino anti Covid, da Nord a Sud, dopo la decisione del governo sull’obbligatorietà del green pass per una serie di attività (dai bar e ristoranti al chiuso alle piscine e palestre, al cinema e nei teatri) e dopo le parole del premier, Mario Draghi, in conferenza stampa. «L’appello a non vaccinarsi è un invito a morire».

    ABRUZZO – In Abruzzo con 400 mila soggetti ancora da vaccinare è stato scongiurato il passaggio alla zona gialla ma la variante Delta è una realtà e rappresenta più del 60% dei casi accertati. Le parole del premier Mario Draghi sul Green Pass, sembrano aver fatto in qualche modo breccia tra gli abruzzesi, visto che in mattinata le prenotazioni hanno sfiorato le 1.700 unità mentre ieri le prenotazioni sono state 800 in più rispetto al giorno precedente. La speranza dunque che il Green Pass dia un importante impulso sulle nuove prenotazioni.

    LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO QUI

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi