• News
  • Positivi ai cannabinoidi e alla cocaina, denunce e ritiri di patenti in Val di Sangro

    Imponente servizio della Polizia di Stato, in collaborazione con ASPI, con l’impiego di cinque pattuglie, per realizzare una serie di controlli finalizzati al contrasto della guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Nella notte di sabato 27 novembre, in autostrada A/14, presso l’area di servizio “Val di Sangro”, in carreggiata sud, 30 conducenti sono stati controllati e sottoposti a prova preliminare al fine di accertare la recente assunzione di sostanze stupefacenti. Tra questi ben tre sono risultati positivi anche alla successiva prova presso il laboratorio mobile messo a disposizione da ASPI, presente sul posto, nel quale i medici incaricati, tramite una specifica visita, hanno accertato lo stato di alterazione. Tra questi due giovanissimi di 27 e 33 anni: in particolare, il primo residente nel nord Italia, è risultato positivo sia ai cannabinoidi che alla cocaina. Positivo per la recente assunzione di cocaina anche un 49enne della provincia di Lecce, sul quale gravavano alcuni precedenti di polizia.


    I conducenti risultati positivi sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e la loro patente di guida è stata sospesa. Gli agenti della Polizia Stradale della Sezione di Chieti hanno proceduto inoltre al sequestro di un’autovettura, in quanto il conducente (un giovane della provincia di Campobasso) circolava in autostrada senza l’obbligatoria assicurazione RCA. Un altro conducente, invece, è stato sanzionato con un verbale che prevede il pagamento di oltre 3 mila euro, poiché sprovvisto di patente di guida in quanto revocata.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi