• In evidenza
  • Referendum, anche l’Alto Molise dice «sì» al taglio dei parlamentari

    L’Alto Molise in linea con il dato nazionale. Il “sì” prevale ovunque, con percentuali molto alte. Vediamo in dettaglio Comune per Comune:

    AGNONE – SI 77,79 per cento, NO 22,21 per cento. Hanno votato 3243 elettori su 4112 aventi diritto, pari al 78,87 per cento. Trentotto schede nulle e 85 bianche.
    BELMONTE DEL SANNIO – stravince il SI con un netto 84,69 per cento, contro il 15,31 del NO. Hanno votato appena 214 persone su 584 aventi diritto, la peggior percentuale dell’Alto Molise pari appena al 36,64 per cento degli aventi diritto.
    Decisamente meglio CAPRACOTTA, dove è andato alle urne il 46,55 per cento del corpo elettorale, composto da 739 elettori. Il SI si afferma con il 73,21 per cento, il NO al 26,79 per cento.
    CAROVILLI premia il SI con il 73, 68 per cento contro il 26,32 che ha votato NO. I votanti sono stati 614, il 55 per cento degli elettori che sono 1115.
    A CASTEL DEL GIUDICE votano solo 117 persone, il 45 per cento del corpo elettorale pari a 260 unità. Il SI conquista un 75,21 per cento contro il 24,79 per cento dei NO.
    Sono invece appena 42 i votanti a CASTELVERRINO, il 42 per cento su un totale di 99 elettori. Il SI vince, ma meno nettamente che altrove, con un 71 per cento contro il 28,57 per cento dei NO.
    A POGGIO SANNITA, dove si votava anche per il rinnovo del Consiglio comunale e l’elezione del sindaco come nel caso di Agnone, i votanti sono stati 433, con quasi l’83 per cento degli aventi diritto, pari a 522 elettori. Il SI prende il 74 per cento; il NO il 25,76 per cento.
    SAN PIETRO AVELLANA votanti 210, il 55 per cento dei 379 elettori. Il SI incassa il 75 per cento; il NO il 24,52 per cento.
    A PIETRABBONDANTE l’83,40 per cento ha votato SI, il 16,60 per cento NO. Sono stati 261 i votanti, il 42 per cento del corpo elettorale composto da 619 elettori.
    A VASTOGIRARDI hanno votato 333 persone, il 55,69 per cento dei 598 aventi diritto. Il SI stravince con l’89 per cento contro il 10,94 per cento dei NO.
    PESCOPENNATARO fa registrare quasi l’89 per cento dei consensi per il Si contro l’11 per cento che hanno scelto il NO. I votanti sono stati 119, il 54 per cento dei 219 elettori iscritti.

    SANT’ANGELO DEL PESCO 250 votanti su 304 elettori, pari all’82 per cento. Il SI vince con il 72 per cento, il NO incassa comunque il 27 per cento.

    «Dopo 30 anni di tagli indiscriminati alla scuola, la sanità, la formazione, il welfare finalmente siamo noi a poter tagliare qualcosa alla politica. È stata una sensazione incredibilmente bella scalfire quel SI sulla scheda elettorale» commenta, con soddisfazione, il consigliere regionale pentastellato Andrea Greco.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi