• In evidenza
  • Trasformare il latte, laboratorio scolastico per i bambini della primaria di Agnone

    “Dalla fattoria alla nostra tavola: lo straordinario viaggio del latte”, è il progetto che vede impegnati gli alunni della scuola primaria dell’Omnicomprensivo “G.N. D’Agnillo”. Nel fine settimana, gli alunni delle classi prime, della 3^B e 5^B della “F.A. Marinelli”, hanno preso parte ad un’attività laboratoriale sulla trasformazione del latte, tenuta da un’esperta casara nelle cucine dell’Istituto Alberghiero.

    Conoscere il processo tecnologico del latte e dei formaggi, i trattamenti e le lavorazioni a cui sono sottoposti prima di arrivare sulle tavole è stato il primo passo pr acquisire una conoscenza agricola della tradizione dell’alto Molise. Gli alunni, protagonisti dell’evento, hanno collaborato fattivamente alla realizzazione dei latticini mostrando il loro entusiasmo nel processo di lavorazione e trasformazione del latte.

    Al loro ritorno a casa tutti i bambini hanno portato con sé una ricottina, frutto del loro lavoro, ma soprattutto la consapevolezza che bisogna alimentarsi in modo corretto, con un nutrimento semplice, genuino e completo, quale è il latte, antico quanto la storia dell’uomo.

    Gli alunni delle classi seconde si sono recati presso il Caseificio Di Nucci per assistere alla trasformazione del latte e alla realizzazione di diversi prodotti, tra cui il caciocavallo. I titolari del caseificio hanno illustrato tutte le varie fasi con un linguaggio semplice e chiaro, accessibile alla fascia di età degli alunni. Oltre al laboratorio hanno potuto visitare la cantina nella quale i caciocavalli vengono stagionati. Infine hanno visitato il museo nel quale sono conservati attrezzi antichi e foto storiche della transumanza che gli antichi pastori, insieme alle loro greggi e alle loro mandrie, effettuavano due volte l’anno. A conclusione della visita tutti i bambini hanno potuto degustare i latticini appena prodotti.

    “Vedere gli alunni all’opera, per conoscere ed apprendere divertendosi, è stata un’emozione unica, il percorso di educazione alimentare stimola i discenti ad inserire nell’alimentazione quotidiana prodotti nutrienti e sani, conservandone poi l’abitudine per tutta la vita“, ha dichiarato la dirigente scolastica, Tonina Camprchioli presente all’evento.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi