• News
  • Abbattimento alberi secolari a Carpineto Sinello, WWF: «Fermare lo scempio al cimitero del paese»

    Diversi cittadini di Carpineto Sinello hanno segnalato all’associazione ambientalista quello che, a loro dire, sta accadendo presso il cimitero del paese. «Diversi cipressi secolari che stanno crollando sotto le motoseghe. Alberi sani che hanno l’unica colpa di sollevare in alcuni punto le costruzioni in cemento a causa delle proprie radici».

    Dichiara Fabrizia Arduini, Presidente dell’Associazione WWF Zona Frentana e Costa Teatina: «Leggiamo dall’ordinanza del Comune le motivazioni a dir poco discutibili : “le piante hanno avuto un forte accrescimento sia a livello di radici che in altezza nel corso della loro vita” ci sembra una premessa alquanto pretestuosa e contraddittoria, in quanto le piante che crescono in altezza e a livello di radici sono piante sane. L’ordinanza recita ancora: “Tenuto conto che la presenza di queste piante recano un forte danno alla pavimentazione, alle cappelle e alle tombe, a causa della crescita delle radici”. Non capiamo la gravità dei danni che le radici recano alle tombe o, qualora siano così rigogliose, perché non intervenire sulla pavimentazione e cordoli o sulle cappelle e non sterminando le piante? Ancora si legge dall’ordinanza: “nel periodo invernale, a causa della vetustà e delle avverse condizioni atmosferiche, vi è il pericolo di una loro caduta accidentale”. Le piante di cui parliamo sono cipressi, che a 99 anni di vita non sono affatto senescenti ma sono semplicemente mature, sono specie plurisecolari che giungono facilmente ad una età di 2-300 anni; inoltre non siamo in inverno, in cui eventualmente potrebbe esserci pericolo. Non riscontriamo la somma urgenza degli abbattimenti per l’incolumità, in quanto potevano essere messi in sicurezza cordoli e pavimentazioni invece che far sparire per sempre alberi simbolo anche della comunità locale».

    L’appello dell’associazione WWF: «Fermare subito l’abbattimento degli alberi secolari in quanto si ravvisano diverse possibili violazioni alla normativa vigente. In questo periodo non è possibile effettuare potature o addirittura abbattimenti degli alberi perché siamo ancora in periodo di nidificazione di diverse specie che sono tutelate dalla L. 157/92. L’intervento del Comune di Carpineto Sinello andrebbe a violare la L. 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” e la Legge Regionale 3/2014 art. 50 che tutelano le piante isolate, a gruppi o in filari. Inoltre, oltre al danno ecologico ambientale, l’abbattimento dell’intera popolazione di cipressi è un danno paesaggistico, storico e sociale e del benessere degli abitanti del paese, non solo fisico, ma anche psicologico».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi