• In evidenza
  • Aggrediscono una donna, poi anche i Carabinieri: fidanzati del Chietino in manette

    Ieri sera, alle ore 21.45 circa, i Carabinieri del Nucleo radiomobile di Chieti sono intervenuti nei pressi di un pub di Chieti Scalo per la segnalazione di una lite animata ed hanno tratto in arresto per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale una coppia teatina, 30 anni lui e 23 lei, poiché durante l’intervento hanno aggredito gli operanti accorsi per calmare gli animi.

    Arrivati immediatamente sul posto, i militari si sono trovati in mezzo ad una vera e propria esacerbata discussione: la coppia di italiani, in evidente stato di alterazione, litigava in modo animoso con una donna di Vasto per futili motivi e probabilmente dovuti a precedenti controversie, provocandole delle lesioni personali. La coppia irrequieta e non contenta di infierire solamente la donna 44enne, ha deciso di aggredire i militari, intervenuti per placare la situazione, prima verbalmente, poi con calci, sputi fino ad arrivare al lancio di oggetti come bottiglie in plastica e in vetro. I militari sono stati costretti quindi a contenere l’azione violenta dei due al fine di ridurli in sicurezza, atteso anche lo stato di alterazione manifestata. Grazie anche all’ausilio di personale della Questura di Chieti, intervenuto per dare manforte, sono stati quindi ammanettati e accompagnati presso la caserma carabinieri di via Ricciardi. Sottoposti alle formalità di rito, sono stati tradotti presso il proprio domicilio come disposto dall’autorità giudiziaria. Sono ora in attesa di esseri giudicati con rito direttissimo entro la mattina di oggi. I militari sono stati refertati presso il pronto soccorso di Chieti riportando lesioni guaribili in giorni cinque.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi