• In evidenza
  • Costa dei Trabocchi invasa dai cinghiali: branchi da 80 esemplari, ma la Regione non riattiva il controllo

    La massiccia presenza dei cinghiali nel territorio comunale di Fossacesia e dei centri vicini, come in tutto il Chietino e il Vastese in particolare, è divenuto un problema serio, che non solo esaspera gli agricoltori alle prese con la devastazioni delle loro coltivazioni, ma crea problemi di incolumità e sicurezza dei cittadini. E’ di pochi giorni fa l’avvistamento di un branco di circa 80 esemplari di ungulati sulla provinciale ex strada statale 524 Lanciano-Fossacesia, che ha costretto il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio a lanciare un appello agli automobilisti a prestare la massima attenzione nel percorrere l’importante via di collegamento tra i centri dell’interno e le località della Costa dei Trabocchi.

    Il sindaco Di Giuseppantonio e il Governatore d’Abruzzo, Marco Marsilio

    «Perché questa situazione, che è diventata insostenibile, trovi al più presto soluzioni concrete, Fossacesia, insieme ad altri 80 comuni abruzzesi, ha partecipato alla manifestazione promossa in 20 piazze italiane dalla Coldiretti, partecipando a L’Aquila, davanti alla sede della Regione Abruzzo, al sit in di protesta per chiedere soluzioni al problema sui danni alle coltivazioni causati dalla fauna selvatica» si legge in una nota del Comune. A rappresentare il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio e a dar voce agli operatori agricoli di Fossacesia, il consigliere Alberto Marrone, con delega alle tematiche relative all’Agricoltura.

    Il consigliere delegato Alberto Marrone

    «L’invasione dei cinghiale rappresenta un problema serio, se non si adottano misure adeguate, ci ritroveremo in poco tempo con una crescita incontrollata dei capi e conseguenze gravi dal punto di vista economico e sociale. Il nostro è un settore che sta pagando un caro prezzo dovuto dalla diffusione del Covid, e ad accrescere le perdite ci sono anche gli animali selvatici, che distruggono produzioni alimentari, sterminano raccolti, assediano campi, causano incidenti stradali con morti e feriti e si spingono fino all’interno dei centri urbani dove razzolano tra i rifiuti con pericoli per la salute e la sicurezza delle persone. E’ diventato perciò un problema sociale sul quale è impensabile non intervenire. Tutti quanti abbiamo riconosciuto al sindaco di Fossacesia Di Giuseppantonio il suo tenace impegno nel sollecitare periodicamente Regione e Governo centrale ad assumere provvedimenti urgenti» ha affermato il consigliere delegato Alberto Marrone.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi