• In evidenza
  • Gara di tiro a 500 metri: un agnonese conquista la medaglia d’oro sull’Auro d’Alba

    Un agnonese conquista una medaglia d’oro. Non si tratta certo di una vittoria alle Olimpiadi, ma comunque di una bella soddisfazione per Michele Beniamino di Agnone che ieri, sul campo di tiro Auro d’Alba di Schiavi di Abruzzo, è salito sul primo gradino del podio dopo una gara con carabine a cinquecento metri.

    Una gara impegnativa, quella di ieri sul campo in quota al confine tra Abruzzo e Molise, resa ancor più difficile dalle condizioni climatiche: vento variabile e a tratti una fitta pioggia. Condizioni avverse che tuttavia non hanno scoraggiato i tiratori giunti dal Lazio, dalla Campania, dal Molise e dall’Abruzzo per confrontarsi sui bersagli posti a mezzo chilometro di distanza.

    Due le categorie, in base alle dimensioni della canna dell’arma impiegata. All’esito delle due manches questi i risultati e le classifiche:

    CANNA PESANTE:

    Medaglia d’oro, con il punteggio di 48 /50 e quattro mouches, Lucio d’Andrea di Sulmona (AQ), del club Sics Academy;

    medaglia di argento, con 46 e quattro mouches, Pasqualino Valerio di Campobasso;

    medaglia di bronzo per Luca Rossi di Ripalimosani (CB), con 44 e due mouches.

    CANNA LEGGERA:

    Medaglia d’oro per Michele Beniamino di Agnone, con il punteggio di 45/50;

    medaglia d’argento per Luigi Tuzzi di Roma con 43 e tre mouches;

    medaglia di bronzo per Corrado Valvason di San Vito Romano con 41 e due mouches.

    Antonio Rosica

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi