• In evidenza
  • L’agnonese Salvatore Cerimele “entra” a Porta a Porta, sarà regista della trasmissione di Bruno Vespa

    Sarà Salvatore Cerimele, film-maker, pilota di drone e montatore video, uno dei nuovi registi di Porta a Porta, la fortunata trasmissione di punta di Rai1, ideata e condotta da Bruno Vespa, che ormai da oltre vent’anni si occupa di politica e attualità. L’importante traguardo è frutto delle tante collaborazioni che lo vedono impegnato, ormai da qualche anno, in vari programmi della Tv di Stato. 

    Cerimele, che ha iniziato il suo percorso nel mondo della tv lavorando nelle reti locali del Molise, sua regione di adozione, alla fine del 2015 dà vita alla società di produzione televisiva e cinematografica “Le Iridi Digitali”, accreditata nell’albo dei fornitori Rai, insieme al socio e amico Danilo Di Nucci. Breve ma intenso, il percorso delle Iridi Digitali è stato, finora, tanto repentino quanto di pregio: Cerimele e Di Nucci, infatti, a partire dal 2017 hanno firmato servizi per “La Vita in Diretta”, “Anni 20”, “Anni 20 Notte” e “Il Mythonauta” con il cantautore Davide Van Der Sfroos. Inoltre per il programma “Vitalia” di Alessandro Giuli hanno firmato anche la fotografia e hanno all’attivo circa 20 documentari, registrati in varie zone del mondo, per “Kilimangiaro”, la più importante e nota trasmissione di viaggi e turismo dell’intero panorama televisivo italiano.

    A partire dal 30 di agosto, per 3 appuntamenti settimanali, il seguitissimo programma di Bruno Vespa avrà quindi una firma tutta molisana. Questione di ore e Cerimele inizierà questa nuova avventura nella squadra di Porta a Porta: sue saranno le immagini che vedremo nei servizi di approfondimento del talk show di Rai1, dalla politica alla cronaca, dalle inchieste in ogni zona del mondo.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi