• In evidenza
  • Misure antiterrorismo a Castelguidone: paese blindato per l’arrivo di Antoci

    Castelguidone blindato, con massicce misure di sicurezza e antiterrorismo disposte e poste in essere dalla Questura di Chieti, per l’arrivo in paese del direttore Caritas Italiana, don Francesco Soddu e di Giuseppe Antoci, ex presidente del parco dei Nebrodi, noto personaggio politico che nel 2016 è scampato ad un attentato mafioso. Un gruppo di fuoco, che aveva bloccato la strada dove sarebbe passato con la scorta, ha sparato all’impazzata sull’auto. Nel mirino Giuseppe Antoci da tempo impegnato nella lotta alla mafia dei pascoli. Già nel dicembre 2014 Antoci aveva ricevuto una lettera anonima con la quale veniva minacciato di morte insieme al presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta.

    E nel pomeriggio di oggi Giuseppe Antoci sarà a Castelguidone, nell’ambito della giornata della legalità, dell’impegno e della responsabilità organizzata dalla Caritas diocesana e dalla scuola di formazione sociale e politica “Paolo Borsellino”. Apertura dei lavori intorno alle ore 11 con il direttore Caritas italiana, don Francesco Soddu, che presenterà il libro “Ci vuole un fiore – Dal degrado alla cura dell’ambiente“. Nel pomeriggio, intorno alle 16,30, la relazione di Giuseppe Antoci su “La mafia dei pascoli“.

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi