• In evidenza
  • Parte la vaccinazione per i settantenni, ma ad Agnone si apre un nuovo cluster

    «Siamo lieti di comunicare la partenza delle vaccinazioni per la categoria degli individui da 70 a 79 anni ad Agnone. Le inoculazioni hanno preso il via nella giornata di lunedì 3 maggio presso Palazzo San Francesco. Dal punto dei vista dei positivi sul territorio, ad oggi contiamo quattro persone ancora infette». E’ la comunicazione data dal sindaco di Agnone, Daniele Saia, che come di consueto fa il punto della situazione in merito all’emergenza epidemiologica in città. Il grande cluster che ha portato alla dichiarazione di zona rossa è ormai alle spalle e la situazione va normalizzandosi.

    «La scorsa settimana ci siamo lasciati con dieci positivi, – ha esordito il primo cittadino nel suo report – questa settimana invece il numero si è ridotto a quattro, così come dall’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi presso lo chalet. Sei, dunque, sono i guariti dal Covid 19 riammessi in comunità secondo quando disposto dalle autorità sanitarie. Tuttavia in serata abbiamo ricevuto la notizia dell’apertura di un piccolo cluster: quattro persone risultate positive al tampone antigenico rapido. – ha aggiunto il sindaco – Speriamo che i successivi accertamenti, mediante tampone molecolare, diano esito negativo. Nel caso in cui l’esito del molecolare dovesse confermare il contagio, adotteremo tutte le misure necessaria al contenimento di questo nuovo cluster».

    Situazione sotto controllo, dunque, anche se qualche positivo continua a venir fuori. Un risultato dovuto anche alla massiccia campagna vaccinale portata avanti in queste settimane proprio grazie all’impegno diretto dell’amministrazione comunale. Il vicesindaco Giovanni Di Nucci, vale la pena ricordarlo, ha diretto le operazioni in prima persona, prendendosi anche le critiche e le polemiche che inevitabilmente ci sono quando si fa qualcosa. Proprio in merito alla campagna vaccinale il sindaco ha aggiunto che «nei giorni scorsi sono state effettuate circa centocinquanta inoculazioni e si andrà avanti senza soluzione di continuità».

    «La notizia positiva dell’ultima ora è senza dubbio l’avvio delle vaccinazioni relativamente alla fascia di popolazione compresa tra i settanta e i settantanove anni. – ha chiuso il primo cittadino – L’obiettivo e l’indicazione che abbiamo ricevuto dal Governo centrale e dai vari livelli di comando è di accelerare il più possibile la campagna vaccinale. E noi ci siamo messi a disposizione proprio per arrivare all’estate con un territorio covid free per far ripartire le attività economiche e il turismo».

    Sostieni la stampa libera, anche con 1 euro.

    Rispondi